Mercoledì, 27 Ottobre 2021

Terremoto al largo di Creta, una cappella ridotta in macerie

Il sisma di 6,3 al largo dell'isola greca, non ci sono vittime

Roma, 12 ott. (askanews) - La cappella di Agios Nikolaos a Xerokampos, Creta, ridotta in macerie dopo che un potente terremoto di magnitudo 6,3 ha colpito al largo dell'isola greca; secondo l'Osservatorio di Atene non ci sono state vittime.

L'epicentro è stato in mare a 405 km a Sud-est di Atene e 24 km dalla città di Zakros. Secondo i media locali, il sisma è stato avvertito anche nelle isole dell'arcipelago del Dodecanneso nel Mar Egeo.

Questo terremoto arriva due settimane dopo un altro forte terremoto di magnitudo 5.8 (6 secondo l'istituto americano USGS), che ha scosso Creta, uccidendo una persona e ferendone altre dieci, con danni significativi soprattutto nel villaggio di Arkalohori, a 23 km da Herakleion, capitale dell'isola.

La Grecia si trova su una serie di linee di faglia, ed è sporadicamente colpita da terremoti. Lo scorso ottobre, un terremoto di magnitudo 7.0 ha colpito nel Mar Egeo tra l'isola di Samos e la città di Izmir nella Turchia occidentale.

La maggior parte dei danni sono stati in Turchia, dove 114 persone sono state uccise e più di 1.000 ferite.

Si parla di

Video popolari

Terremoto al largo di Creta, una cappella ridotta in macerie

Today è in caricamento