Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Test medicina, Rettore La Sapienza: misure anti-Covid rispettate

Tutto regolare. Se c'è un positivo adotteremo misure previste

 

Roma, 3 set. (askanews) - Il primo test nazionale nell'era post-Covid: gli studenti che hanno tentato l'accesso a medicina hanno dovuto indossare la mascherina per l'intera durata del quiz, e mantenuto il distanziamento sociale. Il rettore dell'Università La Sapienza di Roma, professor Eugenio Gaudio, si è detto soddisfatto per l'andamento della prova:

"Mi pare che tutto si sia svolto in maniera regolare; abbiamo utilizzato un alto numero di aule, centinaia di vigilantes, la protezione civile, mascherine obbligatorie, distanziamento, sanificazione ambienti e delle mani. Così garantiamo la sicurezza e la salute, se abbassiamo la guardia c'è il rischio che la pandemia riprenda fiato. E allo stesso tempo abbiamo garantito l'esecuzione regolare del test, importante per tanti nostri ragazzi e che si sta svolgendo in maniera regolare".

Cosa succede se uno studente dovesse risultare positivo, successivamente al test?

"Sono previste le misure di chiusura e sanificazione dell'Aula, quarantena per tutti gli studenti che erano nell'Aula". "Gli studenti universitari - rispetto ai ragazzi delle scuole medie e superiori - sono adulti e loro, e non i genitori, sono responsabili. È chiaro che la società vive meglio quando si assume proprie responsabilità. Invito tutti i nostri giovani a una responsabilità per l'intero Paese".

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento