Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Thailandia: a Bangkok nuovo corteo-fiume contro il governo

Lanciata una mobilitazione di due giorni

Bangkok, 19 set. (askanews) - Migliaia di persone sono scese nuovamente in strada a Bangkok, lanciando una mobilitazione di due giorni che si preannuncia massiccia contro il governo per ottenere le dimissioni del primo ministro, più democrazia e una riforma della monarchia, argomento tabù in Thailandia.

Gli organizzatori sperano in una adesione di almeno 50mila persone per la più grande manifestazione dal colpo di Stato del 2014 che ha portato al potere l'attuale capo

dell'esecutivo Prayut Chan-O-Cha, che da allora è stato legittimato da elezioni controverse.

"Abbasso la dittatura, lunga vita alla democrazia", "Prayut fuori" hanno scandito i manifestanti, alcuni appartenenti al movimento delle camicie "rosse" vicino all'ex primo ministro in esilio Thaksin Shinawatra, bestia nera del governo.

"I giovani di questo Paese non vedono futuro", osservava in un comunicato l'ex capo del governo, rovesciato da un golpe appena 14 anni fa, senza sostenere esplicitamente il movimento.

Alla protesta, che dall'estate sfila per le strade quasi quotidianamente, partecipano principalmente giovani, studenti e cittadini. Parte del movimento va oltre, osando confrontarsi con la monarchia.

Si parla di

Video popolari

Thailandia: a Bangkok nuovo corteo-fiume contro il governo

Today è in caricamento