Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Thailandia, un sorteggio sceglie chi farà la leva militare

L'estrazione per migliaia di giovani, tra povertà e corruzione

 

Bangkok, 24 lug. (askanews) - Il rosso e il nero: sono i colori che in Thailandia segnano il destino dei giovani. I cartellini rossi o neri sono il modo per scegliere a sorte chi dovrà fare il servizio militare obbligatorio per due anni. Una pratica che ricorda il nostro lontanissimo passato italiano, quando nei primi anni del regno d'Italia i ragazzi venivano estratti a caso per una leva fino a cinque anni.

Da tradizione in Thailandia il momento dell'estrazione si svolge in aprile, ma a causa dell'emergenza Covid-19 la coscrizione obbligatoria è scattata solo in questi giorni. A Bangkok migliaia di ragazzi sono in fila per conoscere il loro destino.

Con la crisi economica in corso in Thailandia in molti oggi ambiscono a un posto sicuro nell'esercito, cresce sempre di più il numero dei volontari nonostante la poca popolarità dei militari in un periodo di grandi manifestazioni antigovernative.

"Io credo che il servizio militare dovrebbe essere solo volontario, perché così ci sarebbero veri soldati. Diversamente l'esercito è pieno di gente che non vuole impegnarsi", ha spiegato un giovane.

"L'esercito diventerà la mia professione, perché è un lavoro più stabile", ha aggiunto.

Ma non tutti la pensano come questo ragazzo. Durante le due settimane di coscrizione obbligatoria dilaga la corruzione, con alcune famiglie agiate pronte a versare somme ragguardevoli pur di risparmiare la leva ai loro rampolli.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento