Martedì, 22 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tragedia della funivia, fermati il gestore e due dipendenti

Ipotesi a loro carico è rimozione dolosa dei sistemi di sicurezza

Roma, 26 mag. (askanews) - Svolta nella notte nelle indagini sulla tragedia della funivia Stresa-Mottarone in cui sono morte 14 persone e un bambino di 5 anni è rimasto gravemente ferito.

Dopo lunghi interrogatori sono stati fermati per gravi indizi di colpevolezza Luigi Nerini, titolare dell'impresa che gestisce la funivia e due dipendenti. L'ipotesi a loro carico è di rimozione dolosa dei sistemi di sicurezza: non sarebbe stato rimosso il cosiddetto forchettone usato in caso di prove tecniche che, se inserito, disattiva il sistema frenante. Il fermo è stato disposto dalla procuratrice della Repubblica di Verbania, Olimpia Bossi, dopo un'attenta perizia della funivia precipitata e dopo lunghi interrogatori di tecnici e dipendenti dell'impianto.

Si parla di

Video popolari

Tragedia della funivia, fermati il gestore e due dipendenti

Today è in caricamento