Domenica, 9 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Tumori sangue, summit di 600 ematologi: cure e farmaci innovativi

"Leukemia 2021", il 26 e 27 aprile promosso da Ail

Roma, 22 apr. (askanews) - Oltre 600 ematologi di tutto il mondo si incontrano, il 26 e 27 aprile, per il convegno "Leukemia 2021", il meeting biennale dedicato alle leucemie e non solo, promosso da Ail per fare il punto sui progressi scientifici, i risultati e le cure sperimentali in tema di tumori del sangue, dai mielomi ai linfomi fino alle leucemie.

La ricerca scientifica nel campo delle malattie tumorali del sangue avanza a grandi passi: trattamenti senza chemioterapia, terapie mirate, farmaci orali e combinazioni di farmaci sempre più efficaci, meglio tollerati e che assicurano maggiore sopravvivenza.

Tra le più recenti novità di questi ultimi 2-3 anni si parlerà dell'arrivo di farmaci mirati alle mutazioni maligne della Leucemia Mieloide Acuta; si discuterà anche dei risultati ottenuti con farmaci non chemioterapici che portano a remissione completa e profonda i pazienti affetti da Leucemia Linfoblastica Acuta Ph+ ad alto rischio; si approfondiranno le immunoterapie più avanzate come la CAR-T e gli anticorpi bispecifici, utilizzati con risultati molto incoraggianti nei Linfomi non Hodgkin aggressivi e nel Mieloma.

"In questo meeting - spiega il prof. Angelo Michele Carella, ematolo e coordinatore di Leukemia - verranno discussi i progressi reali nella biologia e nella terapia delle leucemie acute e croniche, delle mielodisplasie, delle sindromi mieloproliferative croniche, dei linfomi e dei mielomi. Si può dire che oggi la biologia molecolare, la genomica, la genetica e anche l'istopatologia ci hanno permesso di fare dei progressi importantissimi, da quando le malattie del sangue erano incurabili ad ora, con farmaci specifici che sono in grado di bloccare mutazioni genetiche che causano la malattia".

La collaborazione virtuosa tra AIL e Leukemia va avanti da tempo. Un sodalizio nato da un idea del professor Sergio Amadori, Presidente Nazionale AIL. AIL ha sostenuto negli anni centinaia di progetti di ricerca attraverso la raccolta di fondi investiti per finanziare lo sviluppo di nuove terapie che hanno rivoluzionato l'ematologia.

"Lo scopo di questo convegno Leukemia 2021 - spiega il prof. Sergio Amadori Presidente Nazionale AIL - è quello di fare il punto di situazione sullo stato di avanzamento della ricerca clinica dei tumori del sangue. Negli ultimi 5 anni ci sono stati progressi straordinari, grazie all'alleanza fra ricercatori ematologi e industrie farmaceutiche: uno che scopre le cause geneticomolecolari delle malattie e un altro che produce i farmaci intelligenti. Tante sono le novità e tanti gli spunti di ricerca. Noi vorremmo fare presente dove siamo e dove stiamo andando, con l'obiettivo di guarire tutti i tumori del sangue. Ci stiamo avvicinando a questo traguardo".

Si parla di

Video popolari

Tumori sangue, summit di 600 ematologi: cure e farmaci innovativi

Today è in caricamento