Giovedì, 13 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ucraina, Alleanza è in allarme per l'accumulo di truppe russe

Biden propone incontro a Putin ma il dialogo è complicato

Milano, 14 apr. (askanews) - L'Alleanza è in allarme per l'accumulo di truppe della Russia al confine con l'Ucraina orientale: importante argomento di conversazione odierno presso la Nato. Ma non solo. Gli alleati, che hanno ripetutamente etichettato i movimenti delle truppe come "provocatori" e "aggressivi", hanno chiesto che la Russia si ritiri o almeno spiegi.

L'Ucraina non è un alleato della NATO, ma aspira all'adesione nonostante le feroci obiezioni di Mosca, che non vuole vedere un pezzo dell'ex Unione Sovietica passare sotto il cappello dell'Alleanza.

I rapporti di Mosca con gli Stati Uniti sono scesi a un nuovo minimo dalla Guerra fredda, il mese scorso, dopo che Biden ha definito Putin un "assassino" e il Cremlino ha richiamato il suo ambasciatore a Washington per consultazioni. Il diplomatico non è ancora tornato. Mosca ha insistito per un maggiore dialogo, ma poi è seguito un rimpallo diplomatico che ancora continua. Anche ora che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha proposto di incontrare il presidente Vladimir Putin in un Paese terzo.

"È ancora troppo presto per parlare di questo incontro in termini concreti. È una nuova proposta e sarà studiata", ha detto il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov, aggiungendo che se ne parlerà oltre. Attraverso canali diplomatici. Canali davvero accidentati.

Si parla di

Video popolari

Ucraina, Alleanza è in allarme per l'accumulo di truppe russe

Today è in caricamento