rotate-mobile
Mercoledì, 10 Agosto 2022

Una pizzeria di Chicago sforna 1.300 visiere protettive al giorno

Il proprietario di Dimo's pizza: mancano a chi è in prima linea

Chicago (Illinois), 17 apr. (askanews) - Dal forno escono visiere protettive al posto delle pizze: è l'incredibile riconversione avvenuta in una pizzeria di Chicago, che ha iniziato a produrre i preziosi dispositivi di protezione, destinati per ora al personale medico e ai dipendenti dei negozi cosiddetti essenziali.

Il proprietario di Dimo's Pizza, Dimitri Syrkin-Nikolau, spiega a France Presse: "L'idea viene dal fatto che è un bisogno fornire qualcosa... Che è... è come se fossimo in guerra. Gli operatori sanitari sono in prima linea e non hanno i materiali di cui hanno bisogno per essere al sicuro e questo è un po' triste... E così noi siamo una pizzeria che fabbrica i dispositivi necessari".

"Ne fabbrichiamo 1.300 al giorno. Il nostro obiettivo è di arrivare a 5.000 la settimana prossima. Ne faremo quante ne sono necessarie e quante ne possiamo fare. Continueremo finché ce ne sarà bisogno", ha aggiunto.

"Essere là fuori e non sapere se si ha una maschera o una protezione - spiega Marquisha Byrd, che studia per diventare infermiera e intanto lavora da Dimo's Pizza - sono cose essenziali di cui uno ha bisogno, poterle fornire e aiutare la gente a tranquillizzarsi, credo sia una grande opportunità di poter far parte della soluzione".

"Puoi aggiustare la temperatura, e stiamo facendo la stessa cosa che facevamo prima - aggiunge Tara Klyne, altra dipendente - prendiamo le due parti, le mettiamo in forno, controlliamo con l'orologio interno quanto tempo devono cuocere e le tiriamo fuori prima che brucino. È esattamente la stessa cosa di prima. Metti l'acrilico, finisci le altre cose che devi finire, tiri fuori l'acrilico, è solo un prodotto diverso".

Si parla di

Video popolari

Una pizzeria di Chicago sforna 1.300 visiere protettive al giorno

Today è in caricamento