Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Usa, a Portland nuova notte di scontri fra polizia e manifestanti

Durante proteste contro intervento truppe mandate da Trump

 

Portland, 25 lug. (askanews) - Nuova notte di scontri a Portland, in Oregon, Usa, tra i manifestanti e le forzw dell'ordine. Il sindaco della citta di Portland, nello Stato Usa dell'Oregon, ha ripetuto il suo appello al governo di Washington a ritirare le truppe federali dalla città e ribadito le accuse contro i militari, che starebbero usando tattiche violente contro i manifestanti. 'Stanno causando una rapida escalation della situazione', ha detto il sindaco Ted Wheeler alla Cnn. Nella città ci sono proteste notturne contro la brutalità della polizia da quando a Minneapolis è stato ucciso l'afroamericano George Floyd a maggio. Il governo federale ha detto che sta cercando di riportare l'ordine a Portland.

Parlendo alla Cnn, Wheeler ha detto che in città ci sono 'decine se non centinaia di soldati' e ha aggiunto: 'La loro presenza sta effettivamente conducendo a ulteriore violenza e vandalismo. Non sono ben accetti qui, non abbiamo chiesto la loro presenza, in effetti vogliamo che se ne vadano'.

La governatrice dell'Oregon Kate Brown, ha descritto la presenza di soldati federali in città come 'puro teatro politico' messo in scena dall'amministrazione Trump.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento