rotate-mobile
Lunedì, 24 Gennaio 2022

Usa, Omicron è la variante dominante. Ma non si pensa al lockdown

La Casa Bianca: più vaccini e test

Roma, 21 dic. (askanews) - La variante Omicron del Covid-19 dilaga negli Stati Uniti, è quella più diffusa. Secondo i Cdc, i centri per il controllo e la prevenzione delle malattie, massima autorità sanitaria degli States, gli ultimi dati mostrano che il 73% delle nuove infezioni è legata proprio alla nuova variante.

Una notizia che arriva prima dell'atteso nuovo discorso del presidente americano Joe Biden sulla pandemia e le possibili nuove restrizioni da attuare nel Paese anche se l'addetta stampa della Casa Bianca Jen Psaki ha già assicurato che Biden non ha intenzione di "chiudere il paese" in risposta alla nuova ondata. "Questo non è un discorso sulla chiusura del Paese, è un discorso che delinea ed è diretto e chiaro con il popolo americano sui benefici dell'essere vaccinati, sulle misure che prenderemo per aumentare l'accesso ai vaccini e per aumentare i test e sui rischi che corrono gli individui non vaccinati".

Lunghe code nelle grandi città per farsi un tampone prima del Natale. La raccomandazione è comunque correre con i vaccini e i richiami. Anthony Fauci, massimo consigliere americano per la pandemia, ha detto: "Potete fare il passo più lungo della gamba e fare un test prima di una riunione di famiglia o di gruppo. Fare il test il giorno prima o il giorno della riunione, ma le persone vaccinate e con la terza dose, quando anche i membri della famiglia sono vaccinati, dovrebbero sentirsi molto a proprio agio nel riunirsi e godersi un pasto o una riunione per le vacanze".

Si parla di

Video popolari

Usa, Omicron è la variante dominante. Ma non si pensa al lockdown

Today è in caricamento