Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Usa2020, come funziona la Convention virtuale dei democratici

Grande organizzazione, tanta tecnologia per umanizzare l'evento

 

Roma, 18 ago. (askanews) - In tempi di pandemia si inventano nuove forme di comunicazione. La convenzion democratica negli Stati Uniti deve fare a meno dell'abituale bagno di folla, della kermesse giocata sulla presenza fisica. Lo stesso succederà ai repubblicani. Ecco come se la stanno cavando a Milwaukee in Wisconsin: un hub fisico, tanti discorsi in diretta, collegamenti virtuali per tutti.

Patrick Facciolo, giornalista e dottore in tecniche psicologiche: "Come risolvere il problema del pubblico assente e realizzare comunque una convention efficace? La risposta è semplice, facendo apparire comunque all'interno tante persone, attivisti, militanti, politici e persone comuni; più persone vedo sullo schermo meno mi sento solo, più percepisco che sono davanti a un evento collettivo e sento di farne parte".

La prima serata è stata dominata dal discorso di Michelle Obama, eccellente per rinfocolare l'entusiasmo.

Un evento di questo genere rivolto a milioni di persone però richiede enorme organizzazione per coordinare decine di oratori. Alcuni dei discorsi sono registrati ma molti saranno invece in diretta.

"Da una parte si registrano alcuni interventi e dall'altra si usano i teleprompter, i suggeritori elettronici. Il teleprompter attraverso un sistema di specchi riesce a riprodurre esattamente di fronte all'obbiettivo, il testo che dobbiamo leggere, come sto facendo io adesso. Questo dà la possibilità di guardare direttamente in camera come se ci si rivolgesse al pubblico; uno strumento molto usato durante la serata"

Parleranno al pubblico virtuale, collegati da tutto il paese via satellite, anche Barack Obama e la candidata vicepresidente Kamala Harris, mercoledì, e poi i Clinton, Nancy Pelosi, le donne che si erano candidate presidente fra cui Amy Klobucher ed Elizabeth Warren; ma anche alcuni astri nascenti come la deputata del New York, Alexandria Ocasio Cortez.

Il gran finale, giovedì sera, con il discorso di Joe Biden: dovrà dimostrare di non essere solo l'anti Trump spiegando le sue strategie per rimettere in piedi gli States dopo la crisi da virus.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento