Domenica, 20 Giugno 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vaccini, a 35 giorni da prima dose -90% ricoveri e -95% decessi

Rapporto Iss, Brusaferro: dati confermano efficacia vaccini

Roma, 15 mag. (askanews) - I dati parlano chiaro: i vaccini anti covid funzionano. Nelle persone vaccinate il rischio di infezione da Sars-CoV2, di ricovero e di decesso, diminuisce progressivamente dopo le prime due settimane. A partire dai 35 giorni dall'inizio del ciclo vaccinale si osserva una riduzione dell'80% delle infezioni, del 90% dei ricoveri e del 95% dei decessi sia negli uomini che nelle donne e in persone di diverse fasce di età. E' quanto emerge dal primo report nazionale sull'impatto della vaccinazione anti Covid a cura dell'Istituto superiore di Sanità (Iss) e del Ministero della Salute, in base all'analisi congiunta dell'anagrafe nazionale vaccini e della sorveglianza integrata Covid-19. L'indagine è stata condotta a partire dal 27 dicembre 2020 (giorno di avvio della campagna vaccinale in Italia) al 3 maggio 2021, e riguarda 13,7 milioni di persone vaccinate. Soddisfatto il Presidente dell'Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro: è necessario raggiungere presto alte coperture in tutta la popolazione per uscire dall'emergenza grazie a questo strumento fondamentale. Intanto il ministrero della salute ha dato il via libera all'uso dei test salivari per la diagnosi dell'infezione da Covid in alternativa ai tamponi oro-nasofaringei.

Si parla di

Video popolari

Vaccini, a 35 giorni da prima dose -90% ricoveri e -95% decessi

Today è in caricamento