rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022

Varsavia: spese militari fuori da regola deficit al 3% del PIL

Il premier Morawiecki in conferenza con lo svizzero Cassis

Varsavia, 21 mar. (askanews) - Ricadute della crisi ucraina: il premier polacco Mateusz Morawiecki vorrebbe escludere le spese militari dalla regola del bilancio Ue che prevede il deficit al massimo del 3% del Pil; lo ha detto nel corso di una conferenza stampa a Varsavia accanto al presidente della Confederazione svizzera Ignazio Cassis.

"Se la Polonia nel prossimo futuro vuole spendere il 3% del suo Pil per la sua politica di difesa" ha detto, "mentre altri paesi vi dedicano l'1%, non sarebbe normale che fossimo sanzionati dalla Commissione europea per lo sforamento della regola el deficit al 3% del Pil".

Morawiecki ha aggiunto che chiederà al Consiglio europeo che tutta l'Ue smetta al più presto di acquistare il petrolio russo e ha rivolto anche un appello alla Svizzera: Paese, ha detto, dove "numerosi oligarchi russi hanno i loro risparmi. Devono essere trattati in modo adeguato: devono essere congelati, confiscati e ho insistito con il presidente svizzero affinché Berna adotti una posizione molto ferma sulla questione".

Da parte sua il presidente elvetico Cassis ha ribadito che "Conformemente al diritto internazionale non possiamo accettare politicamente né moralmente l'aggressione russa all'Ucraina e dobbiamo agire; per questo la Svizzera ha deciso di applicare alla Russia l'insieme delle sanzioni imposte dall'Ue".

Si parla di

Video popolari

Varsavia: spese militari fuori da regola deficit al 3% del PIL

Today è in caricamento