Lunedì, 1 Marzo 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vecchio Cartone", con Elio e le Storie tese si ricicla meglio

Un inedito nato per la campagna di riciclo del consorzio Comieco

Roma, 15 dic. (askanews) - "Il cartone non è bello se non è riciclarello": con il tormentone di Elio e le Storie Tese "Vecchio Cartone" gli italiani non potranno più commettere errori quando fanno la differenziata di carta e cartone.

Con questo obiettivo e mentre si avvicina il Natale e lo scambio dei regali, tra pacchi, pacchetti e pacchettini che entreranno nelle nostre case e dovranno poi essere smaltiti, Comieco, Consorzio nazionale recupero e riciclo degli imballaggi a base cellulosica, (associazione di imprese operanti nel settore cartario nata nel 1985), ha ingaggiato la band milanese capitanata da Elio (preferita ad altre dai partecipanti a un sondaggio) per comporre un brano inedito ambientalista e lanciare così la campagna dedicata alla qualità della raccolta differenziata di carta e cartone.

"É nato tutto da una lite per uno scontrino buttato nel cesto della carta", ha raccontato Elio, nel corso di un webinar di presentazione della campagna di Comieco moderato da Ernesto Assante.

"Abbiamo fatto un balzo impressionante dalla fine del secolo scorso ad oggi, passando da circa 800.000 tonnellate agli attuali agli attuali 3,5 milioni di tonnellate - ha spiegato Carlo Montalbetti, direttore generale Comieco in un'intervista da remoto ad askanews - abbiamo anche migliorato molto la raccolta, però abbiamo ancora una presenza di materiali estranei, dal sacchetto di plastica allo scontrino, che non vanno bene, non devono stare nella raccolta della carta e abbiamo realtà come Roma e anche Firenze con presenza di questi materiali estranei anche sopra il 10%, quindi con costi di selezione e lavorazione".

Anche se è ormai il 90% degli italiani a fare abitualmente la raccolta differenziata di carta e cartone, quasi la metà (45%) di loro - secondo uno studio (1017 interviste realizzate su un campione di 18-65enni) svolto a novembre da AstraRicerche per Comieco - si dice ancora confuso su cosa si possa conferire e cosa no per un riciclo di qualità e un 44% si considera bravo ma insicuro. Con il Covid sono inoltre cambiate le abitudini degli acquisti.

"Gli acquisti online sono cresciuti così violentemente che noi ci stiamo ritrovando con una presenza di imballaggi di carta e cartone che sono cresciuti di circa il 10-15% nel flusso domestico. Quindi una componente rilevante e a maggior ragione una necessità di migliorare la progettazione di questi imballaggi, ancora oggi fatti di plurimateriale e alcuni materiali non sanno dove andarli a mettere", ha aggiunto Montalbetti.

Niente fazzoletti, usati o meno, nella carta, e attenti a staccare il nastro adesivo dagli imballaggi. Più di 1 italiano su 2, dichiara di ricorrere al bidone dell'indifferenziata in caso di dubbi e quasi il 60% non butta nella carta confezioni di uso quotidiano (come la scatola del dentifricio, ad esempio) che invece sono un ingrediente prezioso per l'industria del riciclo. Le regole per fare bene la differenziata di carta e cartone sono poche e semplici e oggi si possono anche canticchiare.

Amelio Cecchini presidente Comieco

"Ha già una vita lunga, si usa dire 7 volte come i gatti, 7 volte riciclabile, ma in realtà mettendo sempre un 18-20% di cellulosa vergine dentro specialmente agli imballaggi, questo rimane riciclabile in perpetuo. Quindi è una grossa ricchezza che però va fatta meglio, siccome le regole per farla meglio sono poche e sono semplici", ha aggiunto Amelio Cecchini, presidente Comieco. "Noi abbiamo avuto questa relazione che anche la musica può aiutare e allora abbiamo deciso di provare ecco, come proveremo anche tutti gli altri mezzi", si è augurato.

Le regole della perfetta raccolta differenziata di carta e cartone sono le seguenti:

1. Ogni rifiuto al suo posto! Carta e cartone da riciclare vanno depositati all interno degli appositi contenitori

2. Si chiama "carta", va bene? Non sempre! Materiali come la carta oleata, ad esempio, non vanno con la carta. Così come la carta stagnola...

3. E il sacchetto in cui tengo la carta da buttare? Se è di plastica, non va con la carta!

4. Solo carta e cartone puliti. Gli imballaggi con residui di cibo, o sostanze chimiche/velenose, non vanno con carta e cartone

5. I fazzoletti di carta? Nemmeno loro vanno con la carta perché, anche se puliti, sono anti spappolo e difficili da trattare

6. Diventa rompiscatole! Scatole e scatoloni vanno appiattiti e compressi per ridurne il volume

7. E gli scontrini? Non vanno gettati con la carta perché sono fatti con carte termiche che generano problemi nel riciclo

8. Niente scotch! Tutti i pacchi o gli scatoloni vanno ripuliti da nastro adesivo o parti metalliche

9. Dubbi sui cartoni per liquidi? Questi imballaggi si riciclano con la carta ma ogni Comune ha la sua modalità di raccolta. Informati sul corretto conferimento nella tua zona.

Si parla di

Video popolari

"Vecchio Cartone", con Elio e le Storie tese si ricicla meglio

Today è in caricamento