Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Venezia, 4 italiani in concorso: Nicchiarelli, Dante, Rosi e Noce

Fuori Concorso Guadagnino, film su Paolo Conte e Greta Thunberg

 

Roma, 28 lug. (askanews) - Sarà un'edizione "diversa" e "in sicurezza" la 77esima Mostra del Cinema di Venezia, dal 2 al 12 settembre. Il primo grande festival post Covid-19 vuole essere anche un segnale di speranza per tutto il mondo dello spettacolo in difficoltà. Un'edizione comunque, si assicura, di qualità e internazionale", con 62 film e 15 cortometraggi da 50 paesi.

Il direttore Alberto Barbera: "Abbiamo ridotto un po ma non di tantissimo il numero di film ma il cuore della Mostra è salvo, il Concorso di Venezia 77, la selezione Orizzonti, un ampia selezione Fuori Concorso, inclusi i documentari. Anche quest anno dunque Venezia non rinuncia a essere una vetrina della miglior produzione del cinema del mondo compresi quelli Usa e delle major".

Quattro gli italiani nella Selezione ufficiale: "Miss Marx" di Susanna Nicchiarelli, biopic girato in inglese sulla figlia minore di Marx, "Le sorelle Macaluso" di Emma Dante che ha reinventato per il cinema un suo testo teatrale, "Notturno" di Gianfranco Rosi che è stato tre anni in Medio Oriente per raccontare la devastazione lasciata negli individui dai conflitti, e "Padrenostro" di Claudio Noce, prodotto da Pierfrancesco Favino, che lo ha anche interpretato sul terrorismo anni '70 attraverso gli occhi di un bambino.

Oltre agli italiani in Concorso per il Leone d'oro ci sono maestri come Amos Gitai e Andrei Konchalovsky. "Un programma vario, da tutto il mondo - ha aggiunto Barbera - ma che mostra come Venezia sia sempre una vetrina della migliori produzione del cinema del mondo". Dei film in cartellone, inoltre il 22,4% è diretto da donne, come nel 2019. Ma tra quelli del concorso principale 8 su 18 sono diretti da registe.

Ricca anche la selezione del Fuori Concorso da Abel Ferrara, a "Greta" di Nathan Grossman su Greta Thunberg fino al biopic di Luca Guadagnino "Salvatore - Shoemaker of Dreams" sul famoso calzolaio di Hollywood e "Paolo Conte, Via con me" di Giorgio Verdelli, con testimonianze e racconti sul grande cantante e lui stesso che si è concesso con ironia alla macchina da presa e sarà a Venezia per una serata speciale a lui dedicata.

Apre "Lacci" di Daniele Luchetti con Alba Rohrwacher e Luigi Lo Cascio, chiude "Lasciami andare" di Stefano Mordini girato nella Venezia in piena emergenza acqua alta un anno fa, un thriller psicologico con Valeria Golino e Stefano Accorsi.

Potrebbe Interessarti

Torna su
Today è in caricamento