Sabato, 15 Maggio 2021

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Viaggio nella Roma semi-deserta nel primo giorno di zona rossa

Dalla periferia al centro: ecco come vive la Capitale

Roma, 15 mar. (askanews) - La Roma del primo giorno in zona rossa si presenta semideserta. Le immagini delle vie del centro affollate sono ormai un lontano ricordo anche se sono trascorse appena 12 ore. E la mente invece torna a quel terribile marzo dello scorso anno, quando il lockdown e l'invito "State a casa" riecheggiava nel silenzio assordante della Capitale, in un'atmosfera davvero surreale.

Forse oggi la Roma che da gialla diventa rossa, saltando il passaggio ad arancione, non è così deserta come 12 mesi fa. Ma ci si avvicina molto.

Qui siamo sulla Via Prenestina, una delle arterie che dalla periferia porta al centro della Capitale. Generalmente il traffico è congestionato, via vai di macchine creano lunghe code ai semafori. Come si vede, nella prima giornata di "lockdown" (spostamenti consentiti solo per necessità, lavoro ed esigenze sanitarie), la strada è quasi deserta. Stessa situazione per Via Tiburtina e Via Nomentana, altre arterie principali che collegano la periferia al cuore della Capitale.

Arriviamo poi in centro dove lo "stacco" tra la folla abituale di turisti e lavoratori e le strade deserte è ancora più visibile. Via del Corso è irriconoscibile, i negozi sono sbarrati, fatta eccezione per quelli la cui apertura è consentita. Piazza del Popolo è vuota, così come piazza di Spagna dove a far "rumore" è solo l'acqua che esce dalla fontana della Barcaccia. Poco più avanti, a piazza Venezia, transitano solo alcuni bus (semivuoti) e macchine delle forze dell'ordine.

Anche la piazza della Fontana di Trevi è vuota, così come il Pantheon e piazza Navona. C'è ancora un po' di vita a Campo de' Fiori: c'è il mercato, ma si vende solo frutta e verdura, generi consentiti anche in zona rossa.

Controlli serrati dalla Polizia Municipale di Roma Capitale che fermano i passanti chiedendo l'autocertificazione o spiegazioni sul motivo dello spostamento.

A Villa Borghese invece si corre e si va in bicicletta. Lo sport all'aria aperta è infatti consentito, purché sia in forma individuale e rispettando la distanza minima di due metri. E ci si chiede se questa regola sia stata seguita da tutti.

Si parla di

Video popolari

Viaggio nella Roma semi-deserta nel primo giorno di zona rossa

Today è in caricamento