rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Film al Cinema

Boyhood: il film che racconta 12 anni di vita

Il regista statunitense Richard Linklater ha ripreso la vita di un americano da quando aveva 7 anni fino ai 19. E' stato girato in 39 giorni, divisi nell’arco di 12 anni: dal 2002 al 2013

Boyhood è il sorprendente film che uscirà nelle nostre sale il 23 ottobre. Ci sono voluti 12 anni di riprese per terminarlo. Lo scopo è quello di far vedere come realmente cresce e cambia un ragazzo dai 7 anni ai 19, scoprendo insieme a lui le sue prime esperienze, i primi amori e come cambia la sua famigli; tutto attraverso i suoi occhi.

Ellar Coltrane nato in America nel 1994 è il protagonista del film. All'età di 6 anni è stato scelto come interprete principale per Boyhood, ed ha iniziato subito a girare le prime scene, terminandole all'età di 19 anni. Boyhood è stato girato in 39 giorni, divisi nell’arco di 12 anni: dal 2002 al 2013.

Ogni anno la troupe si riuniva per qualche giorno di riprese dandosi appuntamento poi per l’anno successivo. Il regista ed Ellar però hanno mantenuto un rapporto costante in questi 12 anni per non perdere il feeeling utile poi durante le riprese.

Oltre a raccontare la vita in evoluzione di questo ragazzo, il film,  attraversa tutti i fatti storici più importanti che sono avvenuti nell'arco di 12 anni documentandoli all'interno della pellicola.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Boyhood: il film che racconta 12 anni di vita

Today è in caricamento