rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Un film maledetto / Stati Uniti d'America

Nuovo incidente sul set di Rush: morso da un ragno eremita, operatore rischia amputazione

Jason Miller era stato assunto per girare solo alcune scene. A rischio il braccio sinistro

L’hanno già definita la maledizione di ‘Rust’ e di certo il film che vede come protagonista l’attore Alec Baldwin un primato lo ha già raggiunto prima ancora di essere terminato. Un altro incidente è accaduto sul set del film western che si sta girando al Bonanza Creek Ranch di Santa Fe, in New Mexico: un operatore cinematografico è stato morso da un ragno velenoso. Jason Miller, questo il nome dell’operatore rimasto ferito, era stato assunto per aiutare a girare alcune scene quando è accaduto l’incidente. Il secondo nel giro di poco tempo.

Il morso di ragno ha mandato Jason all'ospedale dove sta ricevendo tutte le cure del caso e i medici stanno facendo di tutto per salvargli il braccio sinistro. Secondo il tabloid americano Tmz che ha dato la notizia, a mordere l’operatore cinematografico sarebbe stato un esemplare di ragno eremita marrone, abbastanza frequente da ‘incontrare’ in quella zona degli Stati Uniti. L’uomo avrebbe già subìto diversi interventi nel tentativo di salvargli il braccio dall’amputazione. Nel migliore dei casi avrà bisogno di un innesto di pelle e di un lungo periodo di riabilitazione. Proprio per affrontare tutte le cure necessarie con tranquillità, i colleghi hanno lanciato una petizione per raccogliere fondi in suo favore.

Il ragno eremita marrone è noto per il veleno fortemente tossico che causa necrosi. È diffuso principalmente nella parte sudorientale degli Stati Uniti e nel nord del Messico. Il morso è fortemente velenoso e causa una sintomatologia nota come loxoscelismo. La parte colpita va in necrosi e lascia profonde cicatrici. Il morso, fortunatamente, solo in rari casi risulta mortale. Quando la notizia di questa ‘aggressione’ ha iniziato a spargersi il pensiero è andato al primo incidente avvenuto sul set.

Qualche settimana fa l'attore Alec Baldwin, mentre girava una scena, sparò e uccise con una pistola di scena la direttrice della fotografia Halyna Hutchins e ferì il regista Joel Souza. L’attore non sapeva che l’arma era caricata con proiettili veri e su questo incidente è stata aperta un’inchiesta. Sotto accusa è finito anche il livello di sicurezza garantito sul set di Rust, a detta di alcuni definito molto basso. Baldwin, distrutto dall’accaduto, subito dopo affidò a un tweet il suo dolore annunciando di voler collaborare pienamente alle indagini della polizia per capire come possa essersi verificata la tragedia. Qualche giorno fa è tornato sull’accaduto con una proposta, sempre affidata ai suoi profili social: “Ogni set in cui si usano armi dovrebbe avere un agente di polizia, preso dalla produzione, per monitorare specificatamente la sicurezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo incidente sul set di Rush: morso da un ragno eremita, operatore rischia amputazione

Today è in caricamento