rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024

La recensione

Marianna Ciarlante

Giornalista

Perché "Natale a tutti i costi" è il peggior film natalizio di sempre

C'è chi li ama e chi li odia ma è innegabile che i cinepanettoni abbiano fatto la storia del cinema italiano. È altrettanto innegabile, però, che questo tipo di cinematografia natalizia italiana ha, forse, fatto il suo tempo. La riprova? Il fatto che Netflix Italia abbia provato a sfornare un cinepanettone moderno talmente malriuscito da poter essere considerato, senza troppi dubbi, il peggiore film natalizio di tutti i tempi. Potrebbe sembrare una dichiarazione drastica ma riuscire a trovare del buono e del bello nel nuovo film di Natale con Christian De Sica, Natale a tutti i costi, è davvero difficile. La trama gira intorno a una famiglia medio-borghese della provincia romana dove i genitori, pur di riuscire a trascorrere il Natale con i propri figli, due trentenni un po' allo sbaraglio con la propria vita, farebbero di tutto, persino fingere di aver ricevuto un'eredità stratosferica da una zia scomparsa e attirare così, la loro attenzione per comprare il loro affetto con promesse monetarie. 

Le premesse, per quanto non poi così lontane dalla realtà dei nostri giorni, non sembrano delle migliori e la resa sullo schermo non aiuta di certo una trama che fa acqua da tutte le parti. Forse l'era dei cinepanettoni è decisamente finita e quell'ironia dalla punta di cattiveria che un tempo poteva funzionare, adesso non fa che lasciare allibiti per la sua bassezza. Oltre alla recitazione non molto convincente dei due attori Dharma Mangia Woods e Claudio Colica che nel film interpretano i figli di De Sica e Angela Finocchiaro, le battute di questo moderno cinepanettone targato Netflix risultano non solo non divertenti ma anche di cattivo gusto. E non parliamo tanto di quella sul vino abruzzese di cui hanno parlato tutti ma anche lo scherzare su malattie serie come il tumore e ridicolizzare alcune situazioni solo per cercare la risata a tutti i costi non fa che rendere il film davvero di basso livello e fa stupire sul fatto che, al giorno d'oggi, abbia superato il vaglio di una piattaforma di streaming che è sempre molto attenta ai contenuti che propone al suo pubblico. 

Fastidioso, di cattivo gusto, anacronistico, Natale a tutti i costi è il tentativo di voler continuare per forza a far vivere un genere cinematografico che non combacia più con i cambiamenti della società contemporanea e che, proposto oggi e in questi termini non può che essere un flop da tutti i punti di vista. 

Voto: 3

Si parla di

Perché "Natale a tutti i costi" è il peggior film natalizio di sempre

Today è in caricamento