rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024

L'approfondimento

Giulio Zoppello

Giornalista

Javier Bardem: i 55 anni del simbolo del cinema spagnolo in 5 film iconici

Javier Bardem ha cambiato tutto per il cinema iberico. Figlio d'arte (la madre, lo zio, il fratello Carlos e la sorella Mònica lavorono tutti con successo nell'ambiente) fin dagli anni '90 ha saputo diventare il nuovo volto simbolo del rinnovamenteo cinematografico spagnolo, raccogliendo l'eredità di Antonio Banderas e diventando una star internazionale acclamata in modo universale. Eclettico, trasformista unico per adattabilità e presenza scenica, sex symbol ma con enorme autoironia e accessibilità, oggi il fu Anton Chigurh spegne 55 candeline e per l'occasione, ecco una Top 5 sui suoi ruoli più importanti, più iconici e che l'hanno reso uno degli attori più ammirati della sua generazione.

Non è un paese per vecchi (2007)

Tagliamo subito la testa al toro e partiamo dal già citato Anton Chigurh, il mefistofelico sicario che nel film dei Fratelli Coen, si aggira come una sorta di demone sadico e sanguinario, cercando di mettere le mani su una valigetta piena di soldi che diventerà la dannazione dei personaggi di questo western moderno, in cui il tema della cupidigia, della violenza e della mancanza di giustizia nella società regnano incontrastati. Tratto dal romanzo di Cormac McCarthy, Non è un paese per vecchi è un capolavoro che ha permesso ad Javier Bardem non solo di diventare un divo internazionale, di agguantare un Oscar strameritato, ma anche di donarci uno dei cattivi più iconici della storia della settima arte. Agghindato come una sorta di avvoltoio, armato di un sorriso folle e un caschetto sgradevole ed eccentrico, Chigurh è un folle che si aggira come una piaga in un mondo di cui è perfetta rappresentazione, con una mancanza di empatia e assieme un'imprevedibilità, che dissimula dietro un codice personale astruso e immutabile. Senza ombra di dubbio il ruolo per il quale verrà ricordato in eterno.

Prima che sia Notte (1992)

Forse il suo ruolo più difficile ed estremo. Tratto dall'autobiografia del poeta e scrittore cubano Reinaldo Arenas, il film di Julian Schnabel è una dolente immersione nella vita di un emarginato, un omosessuale che nella Cuba omofobica e opprimente della Rivoluzione castrista, è costretto ad affrontare solitudine, vessazioni, arresti e persecuzioni di ogni tipo. Poeta di grande raffinatezza, uomo curioso e tollerante al di là di tutto, Arenas grazie a Bardem diventa qualcosa di diverso da un martire, e di più realistico di un eroe tragico. Film arricchito da un cast internazionale di grande spessore, Prima che sia Notte ha permesso ad Javier Bardem di raggiungere la sua prima candidatura agli Oscar come Miglior Attore Protagonista e di venire premiato a Venezia con la Coppa Voli. Rappresenta un titolo di enorme importanza all'interno della narrazione cinematografica LGBTQ+ così come dei malati di AIDS. 

A proposito dei Ricardo (2021)

Aaron Sorkin tre anni fa mette assieme Javier Bardem, Nicole Kidman e ci porta dentro la vita di Lucille Ball e Desi Arnaz, due volti tra i più iconici della storia della sit-com americana, grazie Lucy ed Io. Se la Kidman con la sua Lucille ci dona il ritratto di una donna forte, talentuosa, instancabile ed emancipata, Bardem con il suo Desi ci ricorda quanto essere della minoranza latinos non fosse poi tanto diverso da essere neri nell'America maccartista e xenofoba degli anni '50. Tuttavia, il suo carismatico, affascinante e sexy Desi è un personaggio a due facce, su cui Bardem riesce a cesellare un mix tra ombre e luci di enorme impatto. Da una parte è un partner amorevole, sensibile, affascinante, un grande artista che non smette mai di supportare la compagna, dentro e fuori lo studio televisivo; tuttavia è anche infedele senza rimpianti o salvezza, bugiardo, egoista e Bardem si guadagnò un'altra candidatura agli Oscar per la sua capacità di dare intensità e assieme credibilità al tipico "macho" che nasconde insicurezza e paure anche di fronte alla donna che ama. 

Mare Dentro (2004)

Diretto da Alejandro Amenàbar, presentato al Festival di Venezia, Mare Dentro si aggiudicò l'Oscar come Miglior Film Straniero e fece arrivare nelle mani dell'attore spagnolo la prestigiosa Coppa Volpi alla Biennale. Riconoscimento assolutamente meritato, perché nei panni dello scrittore spagnolo Ramón Sampedro, Bardem è stato assolutamente perfetto, straziante, per come riesce a delineare il desiderio di morte di un tetraplegico che non riesce più ad accettare la sua condizione. Film difficile, attualissimo e privo di ogni possibile retorica al netto di una grande raffinatezza, Mare Dentro ha permesso a Bardem di staccarsi dall'immagine del fusto latino, per concentrarsi su un ruolo dove è la forza interiore, la totale vulnerabilità e il difficile tema del fine vita a dominare. Il tutto si intreccia con la poesia, con il rapporto con quell'arte che è voce del nostro spirito, eredità del nostro corpo. Forse il suo ruolo più complesso e difficile. 

Vicky Cristina Barcelona (2008)

Nel ruolo di Juan Antonio, co-protagonista assieme a Scarlett Johansson, Penelope Cruz e Rebecca Hall di Vicky Cristina Barcelona, Javier Bardem ha fatto sognare milioni di donne in tutto il mondo. Pittore di enorme fascino e charme, grazie al carisma di Bardem, diventa anche il simbolo del peggior narcisismo, vanità, della superficialità con cui non affrontare non tanto la passione o i sentimenti, quanto piuttosto ciò che possiamo causare negli altri per egoismo e mancanza di equilibrio. Il film di Woody Allen è sia un inno alla passione, che un monito a non lasciarsene completamente travolgere, a saper riconoscere insidie e trappole, a non sopravvalutare l'emotività. Permette ad Javier Bardem anche di creare un personaggio con cui analizzare il rapporto tra vita, arte e sentimento, in modo tanto sopra le righe quanto interessante. Da certi punti di vista, Juan Antonio è forse il personaggio più malvagio del repertorio di Javier Bardem, perché incredibilmente reale. 


 

Si parla di

Javier Bardem: i 55 anni del simbolo del cinema spagnolo in 5 film iconici

Today è in caricamento