rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Musica Stati Uniti d'America

La cantante Lizzo denunciata per body shaming e molestie

Tre ballerine accusano l'artista statunitense di aver insultato una di loro per essere ingrassata per poi licenziarla, e di averle costrette a ballare in uno spettacolo con donne nude e a toccarle

È diventata un simbolo della 'body positivity', della rivendicazione della bellezza di tutti i corpi, anche quelli che non rispondono ai canoni (o agli stereotipi) della bellezza convenzionale. Ma ora è stata denunciata per body shaming e anche molestie sessuali. La cantante statunitense Lizzo è stata accusata da tre sue ex ballerine di aver fatto notare l'aumento di peso di una di loro, prima di rimproverarla e poi licenziarla. Le accuse di molestie sessuali riguardano invece uno spettacolo tenuto in un club del quartiere a luci rosse di Amsterdam all'inizio dell'anno, a cui le ballerine dicono di essersi sentite obbligate a partecipare. Durante lo spettacolo Lizzo secondo l'accusa avrebbe fatto pressione sulle ballerine affinché interagissero fisicamente con le spogliarelliste del club.

La denuncia depositata in un tribunale di Los Angeles contro la cantante vincitrice di un Grammy, sostiene che le ballerine Arianna Davis, Crystal Williams e Noelle Rodriguez sarebbero state esposte a un ambiente di lavoro "sessualmente carico e scomodo" e che le molestie sarebbero state "così gravi o pervasive" da rendere le loro condizioni di lavoro "intollerabili". Davis ha anche accusato la cantante di averle fatto pressione affinché toccasse il seno di una performer nuda mentre si trovava in un night club di Amsterdam. Due delle querelanti hanno conosciuto Lizzo mentre partecipavano a un reality show per avere la possibilità di esibirsi con lei in tournée. L'altra ballerina è stata assunta separatamente. Sono state con la cantante, il cui nome all'anagrafe è Melissa Viviane Jefferson, dalla primavera del 2021 all'inizio dell'estate del 2023.

Nella denuncia si legge che "le querelanti sono rimaste sbalorditi dalla scarsa considerazione che Lizzo ha mostrato per l'autonomia corporea dei suoi dipendenti e di coloro che la circondano, soprattutto in presenza di molte persone che lei stessa ha assunto". La causa sostiene inoltre che Shirlene Quigley, la responsabile del ballo dell'artista statunitense, avrebbe fatto ripetutamente commenti sessuali e insistito sulle sue convinzioni cristiane, in particolare contro il sesso prematrimoniale, "senza curarsi delle proteste" delle ballerine. In aggiunta le tre artiste sostengono che i manager bianchi della società di produzione di Lizzo, la Big Grrrl Big Touring, Inc. (Bgbt), anch'essa citata nella denuncia, "accusavano spesso i membri neri della squadra di ballo di essere pigri, poco professionali e di avere atteggiamenti scorretti".

 Lizzo rompe il silenzio sulle accuse di molestie e body shaming: le dichiarazioni sui social

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La cantante Lizzo denunciata per body shaming e molestie

Today è in caricamento