rotate-mobile
Martedì, 16 Aprile 2024
Musica

Ligabue: "Grazie ai fan ho potuto suonare dopo la morte di mio figlio"

Ospite di 'Che tempo che fa', il cantante di Correggio ha presentato il suo libro 'Scusate il disordine' e ha raccontato la dolorosa vicenda della morte del figlio appena nato: "Il primo concerto voce e chitarra il giorno dopo è stata la condizione più nuda"

Accolto da Fabio Fazio con tutti gli onori che competono ad un grande della musica italiana, Luciano Ligabue, ospite del programma di Rai Tre 'Che tempo che fa', è stato il protagonista di una lunga intervista durante la quale ha presentato il suo ultimo libro ‘Scusate il disordine' e affrontato aspetti inediti della sua carriera e della sua vita privata. 

Ripercorrendo gli esordi del suo successo, il cantante di Correggio ha raccontato alcuni degli aneddoti descritti nel testo pubblicato da Einaudi e particolare è stata l'emozione quando ha affrontato il discorso sulla morte del figlio appena nato, dolorosissima esperienza che conclude il libro. 

"Trovarsi dopo la nascita di un figlio che muore e il giorno dopo c'è il primo concerto voce e chitarra, è la condizione più nuda" ha confidato Ligabue, sincero nell'ammettere l'enorme difficoltà inontrata nel bilanciare un simile dolore con gli impegni lavorativi: "Al di là del fatto che è il racconto del concetto di ‘the show must go on', io l'esperienza l'ho vissuta veramente e so che significa, so anche il beneficio che ne ho ricavato. Ero a pezzi, non ero in grado e mi sono poggiato su di loro: è crudele che quando uno deve vivere un momento suo sia costretto ad allietare altri animi, ma è anche vero che riesci a beneficiare del contatto".

A parte questa parentesi drammatica, il colloquio con il conduttore è stato caratterizzato anche dal racconto della nascita di uno dei suoi pezzi più celebri 'Urlando contro il cielo' che "finì in una posizione sfigatissima, ma da quando abbiamo cominciato a suonarla dal vivo divenne un simbolo", mentre poche sono state le parole sul prossimo disco: "È un disco di cui non si può dire nulla, un concept album, un'unica storia raccontata attraverso tante canzoni, mi ci sto appassionando sempre di più".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ligabue: "Grazie ai fan ho potuto suonare dopo la morte di mio figlio"

Today è in caricamento