Martedì, 23 Luglio 2024
Musica

Le canzoni scritte da Maurizio Costanzo e la storia di "Se telefonando" (con quel verso "hot" modificato)

Nell'immensa carriera del giornalista e conduttore anche l'attività di paroliere: i brani della musica italiana nati grazie alla sua penna

Giornalista, conduttore, autore di programmi televisivi, di alcune sceneggiature di film come "Una giornata particolare" di Ettore Scola e pure paroliere: Maurizio Costanzo ha attraversato tutti gli ambiti del costume italiano nel corso di una carriera che nelle ore successive alla notizia della sua morte si ricorda, si ripercorre, si racconta. Immensa raccolta di un vissuto che quasi si fatica a cogliere davvero, tanto appare ineguagliabile. 

E pure alla musica Maurizio Costanzo ha dato il suo contributo. Canzoni più e meno conosciute, magari intonate da nuove generazioni poco attente alle firme dei loro autori, sono nate anche grazie a lui. Quella più nota è "Se telefonando", scritta insieme a Ghigo De Chiara nel 1966, musicata da Ennio Morricone e interpretata da Mina, superlativa per una intensità che resta impareggiabile. La storia di un amore nato da poco e già finito, l'attrazione che resta, il dolore di chi lascia sono temi scanditi da un crescendo di voce e di strofe, origine di un successo che nasconde un aneddoto non così noto come quei "se" ripetuti ancora e ancora all'inizio di ogni strofa. 

La storia di "Se telefonando" (e il verso "hot" modificato)

"Se telefonando" fu cantata da Mina per la prima volta in televisione nel 1966, durante una puntata di Studio Uno, varietà di Antonello Falqui prodotto dalla Rai e in onda sull'allora unico canale Programma Nazionale fra il 1961 e il 1966. Ma quel testo, o meglio, una strofa del testo oggi conosciuto da tutti, in origine era stata pensata diversamente.

Si tratta del verso "Poi nel buio le tue mani d’improvviso sulle mie". Maurizio Costanzo raccontò che la versione originaria era "Poi nel buio le tue mani d’improvviso sulla mia". Ma al momento della registrazione qualcuno rimase perplesso per un'allusione che avrebbe potuto turbare gli ascoltatori, sembrare promiscua, "hot", si direbbe oggi, tendente a un erotismo ancora troppo estraneo alla società dell'epoca. Ecco allora la decisione di usare il plurale "mie". Al momento della registrazione definitiva Mina propose e ottenne di incidere entrambe le versioni, con quel singolare che compare solo nella raccolta Mina Gold 2 del 1999. 

Le altre canzoni scritte da Maurizio Costanzo

"Se telefonando", ma non solo. Maurizio Costanzo è stato autore anche di altri brani cantati da altri popolari interpreti italiani. "Non avere nessuno da aspettare", cantata da Mino Reitano, è del 1969 e venne scritta insieme allo stesso cantante, Fiorenzo Fiorentini e Franco Reitano. Poi "Ma…" di Toto Cutugno, nel 1979, "Semplicemente (canto per te)", scritto nel 2004 e interpretato da Andrea Bocelli, "Quanto ti amo", nel 2005, portata al successo da Alex Britti, "Da quando mi hai lasciata" cantata da Marcella Bella nel 2012 e scritta insieme a Corrado Castellari e Cristiano Malgioglio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le canzoni scritte da Maurizio Costanzo e la storia di "Se telefonando" (con quel verso "hot" modificato)
Today è in caricamento