rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
Operazione vintage

Dopo 35 anni torna in vita Archie, il motore di ricerca antenato di Google

Gli sviluppatori sono riusciti a trovare il codice sorgente dello storico portale sviluppato nel 1989 e a crearne una versione open source. Una versione primordiale di Google, senza foto, video e suggerimenti

Un tuffo nel passato, quando internet era soltanto in fase embrionale. Dopo 35 anni di inattività gli sviluppatori di The Serial Port hanno riportato in vita "Archie" il primo motore di ricerca della storia, antenato di Google. Sviluppato nel 1989 dall'informatico Alan Emtage, Archie era nato con l'obiettivo di cercare file sui server dell'allora World Wide Web, imparagonabile con quello in cui navighiamo al giorno d'oggi. Con l'ascesa di internet e l'arrivo nel 1995 di Yahoo e poi di Google, Archie è finito nel dimenticatoio. Almeno fino ad oggi. 

Archie torna in vita dopo 35 anni

Come riporta il sito specializzato ArsTechnica, con l'intento di voler preservare la memoria di quella che è stata l'evoluzione tecnologica, The Serial Port ha individuato la presenza del codice sorgente di Archie su un sito gestito dal reparto informatico dell'Università di Varsavia. Ottenuto il permesso di accedere ai file, Emtage ha consentito agli sviluppatori di ricreare il portale di Archie, rendendolo open source, liberamente accessibile e utilizzabile da chiunque anche per progetti terzi. All'indirizzo archie.serialport.org è possibile vedere come si presentava Archie esattamente 35 anni fa. Essendo una versione primordiale di Google, i risultati rimandano solo a siti web che contengono file con il termine ricercato. Un salto indietro nel tempo, quando non c'erano foto e video, né i risultati suggeriti dagli algoritmi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo 35 anni torna in vita Archie, il motore di ricerca antenato di Google

Today è in caricamento