rotate-mobile
Domenica, 21 Aprile 2024
Comprato per pochi centesimi

Il libro di Harry Potter (con refuso) venduto all'asta per una cifra da capogiro

Una copia comprata nel 1997 per pochi centesimi in un negozio di libri di seconda mano, è stata acquistata per 14mila sterline. Il motivo? Si tratta di una copia non corretta in cui viene riportato erroneamente il nome dell'autrice: JA Rowling, invece che JK Rowling

Un libro di Harry Potter acquistato per pochi centesimi circa 27 anni fa in un negozio di libri di seconda mano, è stato venduto all'asta per la somma record di 14mila sterline, pari a circa  16mila e 300 euro. Il motivo? In questa primissima copia c'è un errore: nella copertina interna c'è la firma JA Rowling, invece che JK Rowling. Nel libro, venduto al miglior offerente alla casa d'aste Hansons nello Staffordshire, viene anche utilizzato il nome completo dell'autrice 'Joanne'.

Il venditore, un 52enne originario di Londra che adesso vive a Bologna, ha raccontato la storia di questo libro sul portale della casa d'aste: "L'ho comprato nel 1997: avevo 26 anni ed ero appena tornato nel Regno Unito. In quel periodo vivevo a Londra, non avevo molti soldi ma mi piaceva sempre concedermi un giro per le librerie di seconda mano il sabato mattina. Sono entrato in uno dei miei negozi preferiti alla ricerca di qualcosa di Agatha Christie: pile e pile di libri ammucchiati, tutti con il prezzo massimo di 40 pence". 

Poi l'incontro con la rara copia: "In quell a pila di tomi c'era il libro di Harry Potter e la pietra filosofale, probabilmente per puro caso, visto che erano tutti di Agatha Christie, Dorothy Sayers o Ngaio Marsh. Non ci ho pensato molto, l'ho comprato insieme ad altri due libri, senza neanche guardarlo troppo a dire il vero". "Da quel momento mi ha seguito ovunque - racconta ancora l'uomo - dalla Cina a Taiwan, nel Regno Unito e adesso in Italia. Sempre dentro e fuori le valigie, senza mai essere letto. Poi è finito dietro uno scaffale nella mia camera da letto finché, senza una buona ragione se non il fatto che i miei figli stavano diventando fan di Harry Potter, sono andato a cercarlo. Ho quattro figli tra i 12 e i 25 anni e purtroppo neanche loro lo hanno letto, preferendo i film".

Il nome dell'autrice errato nella copertina interna

Ma dopo anni nel dimenticatoio, il giorno della svolta: "Una notte ero annoiato - ha proseguito il 52enne - e stavo navigando in Rete, quando ho letto questa storia dei libri rari di Harry Potter venduti a prezzi incredibili, così ho deciso di contattare Jim Spencer per vedere se il mio libro poteva essere prezioso". "Questo libro ha una storia tutta sua - ha raccontato Jim Spencer - Ha vissuto in tutto il mondo e costa pochi centesimi, nemmeno 40 centesimi. Dato che è stato venduto con altri due libri, in realtà costava circa 13 centesimi. La precedente copia di prova non corretta che ho scoperto era andata in una biblioteca scolastica. Non ho idea di come questo libro sia finito in una libreria di seconda mano, ma probabilmente è successo tutto prima ancora che venisse stampato il primo libro di Harry Potter".

Si trattava infatti di una copia non corretta, destinata alla casa editrice, ed è stata una delle 200 stampate dalla Bloomsbury nel 1997 che ha dato il via al fenomeno Harry Potter. "Questa è la primissima apparizione stampata del primo romanzo di Potter - ha concluso l'esperto - Il frontespizio riporta erroneamente il nome dell'autore come "JA Rowling" invece di "JK Rowling e, dall'altro lato, "Joanne Rowling". Tutto nasce da questo". Una storia incredibile e un guadagno inatteso per il 52enne appassionato di libri che, stavolta nella vita reale, ha potuto beneficiare della magia di Harry Potter.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il libro di Harry Potter (con refuso) venduto all'asta per una cifra da capogiro

Today è in caricamento