rotate-mobile
Venerdì, 24 Maggio 2024
Che spreco / Stati Uniti d'America

Il mistero dei 200 chili di pasta cotta abbandonati nei boschi

In una zona boschiva nei pressi di Old Bridge, una cittadina del New Jersey, sono comparsi centinaia di chili di pasta, trasportati con tutta probabilità dal torrente. Le impressionanti foto hanno fatto il giro dei social, ma dietro ci sarebbe un problema con lo smaltimento illegale di rifiuti

Cosa ci fanno 200 chili di pasta cotta in una zona boschiva? La città di Old Bridge, in New Jersey (Stati Uniti) è diventata il teatro di un mistero che forse, dopo alcune settimane, potrebbe essere stato risolto. Nei boschi del Veterans Park sono stati rinvenuti circa 200 chilogrammi di pasta cotta nei pressi di un torrente, una quantità enorme, come testimoniano le foto pubblicate su Facebook da Nina Jochnowitz, residente della zona ed ex candidata al consiglio comunale: si tratta soprattutto di spaghetti e noodles, ma ci sono anche altri formati di pasta. Il post ha riscosso un notevole successo sui social, con numerosi utenti che si sono interrogati sulle possibili cause di questo giallo.

Chi ha buttato tutta quella pasta? E come è arrivata fino a lì? Il motivo sarebbe da ricondursi al fatto che la borgata non ha il ritiro dei rifiuti sfusi, e il ruscello che attraversa la città ha da tempo un problema di scarico di rifiuti illegali. Sul posto è intervenuto anche il Dipartimento dei Lavori Pubblici, come confermato da un portavoce del sindaco ai media locali: "I consulenti che hanno visitato il sito hanno effettivamente trovato quelli che sembravano essere 15 barili carichi di pasta scaricata illegalmente lungo un torrente in un quartiere residenziale".

Nina Jochnowitz, attiva nel segnalare i casi di spazzatura smaltita illegalmente sul territorio, anche dopo l'uscita dal consiglio comunale, è stata tra le prime a segnalare la presenza della pasta abbandonata nel bosco, accusando l'attuale gestione dei rifiuti e la mancanza di una corretta raccolta differenziata. Dopo la segnalazione il dipartimento dei lavori pubblici della città si è subito attivato per pulire a dovere tutta la zona e rimuovere i chili di cibo trasportati dal torrente. La pasta è stato il caso eclatante, che ha attirato l'attenzione di tutta la stampa, locale e non, ma a quanto pare a Old Bridge, il problema rifiuti è molto più ampio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il mistero dei 200 chili di pasta cotta abbandonati nei boschi

Today è in caricamento