Martedì, 16 Luglio 2024
L'incredibile scoperta / Perù

Fermano rider per un controllo: trovano una mummia nello zaino

I resti sono stati scoperti dalla polizia durante un controllo nel parco di Puno, in Perù. Il fattorino, un ragazzo di 26 anni, è stato posto sotto custodia cautelare. Con gli agenti si è giustificato dicendo che il reperto veniva custodito dalla sua famiglia da oltre 30 anni

Una mummia risalente all'epoca preispanica, di circa 600-800 anni, è stata rinvenuta dalla polizia peruviana all'interno dello zaino termico di un rider durante un controllo avvenuto sabato scorso nel parco di Puno, in Perù. L'uomo trovato con la mummia nella borsa, il 26enne Julio Cesar Bermejo, è stato fermato mentre si trovava insieme a due amici. Il giovane si è giustificato con gli agenti dicendo che il reperto apparteneva alla sua famiglia da decenni. Le immagini dell'incredibile ritrovamento hanno già fatto il giro dei social. La mummia, chiamata affettuosamente "Juanita", sarebbe stata custodita dalla famiglia Bermejo per oltre 30 anni. Il tutto all'insaputa delle autorità, almeno fino a sabato scorso.

 Il ministero della Cultura peruviano ha dichiarato la mummia "bene culturale preispanico" di età stimata tra i 600 e gli 800 anni: secondo gli esperti si tratta di un maschio adulto mummificato, presumibilmente originario della parte orientale di Puno, regione delle Ande peruviane, circa 1300 chilometri a sudest di Lima. L'analisi della scatola cranica ha confermato che si tratta di un uomo di 45 anni: "Juan" quindi, e non "Juanita", come veniva chiamata la mummia dalla famiglia che l'ha custodita negli ultimi anni. Le autorità peruviano hanno disposto il sequestro dei resti mummificati, con il fine di tutelare e conservare il patrimonio preispanico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermano rider per un controllo: trovano una mummia nello zaino
Today è in caricamento