rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
L'ironia sui social / Pescara

"Welcom to Pescara", i manifesti con l’errore diventano virali

La scritta è diventata subito virale sui social, ma l'amministrazione precisa: quei cartelloni sono di proprietà di Rfi che gestisce anche le affissioni

Stanno facendo il giro del web le immagini di alcuni manifesti con la scritta "Welcom to Pescara" affissi nei pressi della stazione ferroviaria della città, per via di quella 'e' che manca alla fine della prima parola. Sui social l’errore non è stato perdonato, anzi è stato oggetto di tanta ironia.

In tanti hanno puntato il dito contro l'amministrazione, costretta a precisare che quei cartelloni non sono il frutto di una fallita operazione di marketing del comune. "I cartelloni sono di proprietà di Rfi che cura anche la gestione delle affissioni", si legge in una nota emessa con "lo scopo di riportare nei canoni della verità quanto viene erroneamente riferito". Le accuse social sono "con tutta evidenza frutto di iniziative di soggetti assuefatti al ruolo di diffamatori del buon nome della città di Pescara e del Comune che viene fatto oggetto di scherno e sberleffo".

Il comune coglie così l’occasione per invitare "tutti i cittadini a onorare sempre e comunque la buona immagine della città anche sui social network. L'auspicio - conclude il comune - è che Rete ferroviaria italiana voglia intervenire quanto prima per riportare le scritte a stampa nelle condizioni di completa e migliore visibilità".

Continua a leggere su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Welcom to Pescara", i manifesti con l’errore diventano virali

Today è in caricamento