Ponte Morandi, Autostrade: "Rispettati gli obblighi". La replica di Toninelli: "Indecente"

Secondo il gruppo c'è stato un "puntuale adempimento degli obblighi". Il ministro delle Infrastrutture non ci sta: "Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza e servizi ai cittadini che viaggiano"

Da parte di Autostrade c'è stato il ''puntuale adempimento degli obblighi concessori", afferma la società al termine del Consiglio di amministrazione convocato per valutare la risposta alle contestazioni del Mit sul Ponte Morandi di Genova. 

Il Cda, si legge nel comunicato diffuso dopo la riunione questa mattina a Roma, ''ha preso atto degli elementi di confutazione alla lettera del ministero delle Infrastrutture'' e ha ''confermato il proprio convincimento in merito al puntuale adempimento degli obblighi concessori da parte della società". La lettera di riscontro ed i relativi allegati, comunica il cda, ''saranno inviati al ministero nel termine assegnato''.

"Ponte non sicuro": la lettera di febbraio diventa un caso, ma Autostrade non ci sta 

Oltre alla valutazione della risposta alle contestazioni del Mit , il Cda di Autostrade ha anche valutato l'avanzamento delle iniziative già decise lo scorso 21 agosto. In particolare, si precisa in una nota, sono stati valutati "gli aiuti alle famiglie colpite che hanno interessato più di 200 nuclei familiari, le iniziative di ripristino della viabilità cittadina, le ulteriori iniziative di agevolazione del pedaggio e l'avanzamento del progetto di demolizione e ricostruzione del ponte".

Autostrade pubblica online la convenzione con lo Stato "in risposta alle polemiche" 

Commentando il contenuto della nota diffusa al termine del Cda di Autostrade per l'Italia, il ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli ha scritto su Twitter: "È incredibile sentir parlare #Autostrade di 'puntuale adempimento degli obblighi' dopo una tragedia con 43 morti, 9 feriti, centinaia di sfollati e imprese in ginocchio. Siamo all'indecenza. Rimetteremo le cose a posto e ridaremo sicurezza e servizi ai cittadini che viaggiano".

Parlando della convenzione con Autostrade, il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Luigi Di Maio ha replicato su Facebook: "Me la sono riletta tutta attentamente. Far crollare il ponte causando 43 morti non era nel contratto. Dai Benetton ci aspettiamo solo le scuse e i soldi per la ricostruzione del ponte, che non faranno loro. Per il resto consiglio ad Autostrade di tacere. Gli italiani non ne possono più delle loro dichiarazioni fuori luogo", scrive il ministro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Chiede il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere un albergo da 800mila euro

  • Medico muore durante il turno di notte: aveva 28 anni

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse, chi rischia di pagare di più con la nuova Imu

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 16 novembre 2019

Torna su
Today è in caricamento