Asso di denari

Asso di denari

Fornitori saldati dopo 104 giorni, da PA pagamenti in arretrato per oltre 30 miliardi

Fare affari con la pubblica amministrazione è un pessimo affare, secondo quanto segnala la Cgia di Mestre.

La pubblica amministrazione italiana paga ben oltre 30 giorni i propri fornitori e trasgredisce ampiamente il termine (30 giorni, appunto,  per pagare i propri creditori che possono salire a 60 per alcune tipologie di forniture, come quelle sanitarie) stabilito dalla normativa europea.

I pagamenti arrivano in media dopo 104 giorni con un ritardo in crescita rispetto all’anno scorso, quando arrivavano dopo 95 giorni. 

L’Italia non è l’unico Paese della Ue a trasgredire i tempi, ma la sua amministrazione pubblica è la più lenta a ottemperare ai propri obblighi: in Spagna e in Francia ci vogliono rispettivamente 56 e 55 giorni per liquidare i fornitori, in Germania 33 (anche qui si registrano ritardi in crescita), nel Regno Unito 26.

L’arretrato da saldare alle imprese supera i 30 miliardi e, fa presente Paolo Zabeo (coordinatore dell’Ufficio studi della Cgia) «sebbene da almeno 3 anni chi lavora per il pubblico ha l'obbligo di emettere la fattura elettronica, ancora adesso il sistema informatico messo a punto dal ministero dell'Economia non è in grado di stabilire a quanto ammonta complessivamente il debito commerciale della nostra Pa». «Molti enti pubblici (almeno il 40% del totale) - aggiunge sulla base di dati della Ragioneria generale dello Stato - usano mandati di pagamento cartacei, non consentendo al ministero dell'Economia di certificare i ritardi e le somme non ancora liquidate».

   

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Torna su
Today è in caricamento