Asso di denari

Asso di denari

Scontrini fiscali, è addio: dal 1° gennaio 2017 arrivano i registratori telematici

Lo scontrino e le ricevute fiscali diventeranno presto un ricordo o quasi: al loro posto subentreranno controlli più efficaci, secondo quanto prevede l’art. 2 del dlgs 127/2015 e si tratta del nuovo regime IVA dei corrispettivi telematici.

Dall’1 gennaio 2017 gli esercizi commerciali potranno avere registratori telematici che invieranno direttamente i dati all’Agenzia delle Entrate e quindi dire addio agli attuali scontrini che dovevano essere inseriti nelle dichiarazioni Iva. I nuovi strumenti saranno anche in grado di emettere anche le fatture, oltre che gli scontrini, nel caso in cui il cliente ne facesse richiesta. 

Il nuovo regime Iva dei corrispettivi telematici è un regime opzionale e i contribuenti che vorranno accedere alla trasmissione telematica dei corrispettivi, dovranno esercitare tale opzione entro il 31 dicembre 2016. Chi eserciterà l’opzione, sarà esonerato dalle comunicazioni e dichiarazioni Iva (poiché sarà il registratore a comunicare direttamente gli incassi all’Agenzia delle Entrate) e non sarà più tenuto all’emissione di scontrini e ricevute fiscali. 

L’unico documento che potrà essere richiesto dal cliente sarà la fattura, si pensi a chi deve ad esempio scaricare le spese per acquisti di beni e servizi legati alla propria attività imprenditoriale o professionale.

Le caratteristiche dei nuovi registratori telematici sono in via di definizione da parte dell’Agenzia delle Entrate che attribuirà un codice ad ogni singolo registratore (i dati trasmessi verranno “sigillati”, non saranno cioè modificabili in alcun modo). L’opzione per il nuovo sistema avrà durata quinquennale ed è stata presentata come un modo per il contribuente per risparmiarsi una serie di adempimenti e per il fisco come lo strumento di un monitoraggio costante dei movimenti Iva dei soggetti che eserciteranno l’opzione.
 

Asso di denari

" Un po' come la legge di gravità e le leggi della fisica in generale, l'economia ci appare spesso come un limite, una gabbia, tanto che qualcuno l'ha anche definita ""la scienza triste"". Ma per l'economia, come per la fisica, il manto di grigiore che l'avvolge davanti agli occhi dell'ordinary man, l'uomo qualunque, può essere squarciato e regalare l'immensa sorpresa di un universo tutto da scoprire, dove non esistono solo vincoli ma anche opportunità. Così come, pur senza essere un angelo e senza avere ali, scoprendo le leggi della fisica l'uomo ha sfruttato l'opportunità di riuscire a volare, così - ed è quello che ci prefiggiamo con questo blog - affrontando l'economia senza timori, ciascuno può provare a divenire un asso. Non un asso dell'aviazione ma un asso di denari "

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Le solite seghe mentali del governo.

  • Avatar anonimo di Alexander
    Alexander

    Benissimo. E vedete di piantare un sacco di alberi.

  • E come ferebbe a combattere l'evasione sto aggeggio? Finchè gira contante ci sarà sempre evasione, e criminalità.

Torna su
Today è in caricamento