Bimbo di sette anni rischia di annegare: salvato dai cani-eroi Wendy e Kobe

Il piccolo era stato trascinato via su un gonfiabile a causa del forte vento ma è stato salvato dal pronto intervento delle unità cinofile del Sics Tirreno

Un bambino di sette anni originario di Amelia ha rischiato di annegare a Tarquinia, in provincia di Viterbo, ma è stato salvato da due cani delle unità cinofile Sics. Il piccolo, come racconta TerniToday, si trovava al mare con i nonni e stava giocando tranquillamente vicino alla riva con il suo gonfiabile quando all’improvviso si è alzato un forte vento che lo ha allontanato dal bagnasciuga. A poca distanza c’era però una postazione di sicurezza del Sics, la Scuola italiana cani di salvataggio Tirreno, che sono subito intervenuti.

“Il gonfiabile su cui stava giocando si è allontanato pericolosamente e successivamente ribaltato, lasciando in acqua alta il bimbo che non sapeva nuotare – scrive il Sics su Facebook - Fortunatamente l'episodio è accaduto nei pressi della postazione di sicurezza SICS appena attivata dall'amministrazione comunale. Le Unità Cinofile SICS Wendy e Kobe sono riuscite a raggiungerlo in pochi secondi, evitando che il bambino subisse conseguenze, come testimonia il suo sorriso dopo il salvataggio in compagnia dei suoi due angeli custodi".

Soccorso e riportato a riva, il bimbo è stato riconsegnato alle cure dei famigliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • In arrivo il bonus Tari: come funziona lo sconto sulla bolletta dei rifiuti

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento