Donna accoltellata in pieno centro: colpita alla gola con una bottiglia

L'aggressione a Milano poco dopo mezzogiorno, in Largo La Foppa. L'aggressore è stato arrestato

Follia in pieno centro a Milano. Una donna di 64 anni è stata aggredita a Largo La Foppa, poco dopo mezzogiorno. Un uomo l’ha sorpresa alle spalle, strattonata e buttata a terra. Poi è salito sopra di lei e l’ha colpita più volte con il coccio di una bottiglia, sferrandole colpi al collo, a un polso e a una spalla, come raccontano su MilanoToday Carmine Ranieri Guarino e Alessandro Gemme. 

A bloccare l’aggressore - un 38enne del Bangladesh, regolare e senza precedenti - è stato un 45enne romano che aveva appena terminato un appuntamento di lavoro e stava tornando verso la stazione Garibaldi per riprendere il treno. Il 45enne ha dato un calcio all’aggressore, circondato e poi bloccato da altri passanti in attesa dell’arrivo della polizia.

Milano, donna accoltellata in pieno centro.

Un giovane italiano, un turista polacco, una turista olandese e una 36enne russa hanno invece prestato soccorso alla donna. La 36enne, che vive a Milano da tredici anni, ha tamponato con la propria mano la ferita che la vittima aveva alla gola, dalla quale usciva molto sangue. Visitata sul posto dagli operatori di un’ambulanza e di un’auto medica, la 64enne è stata portata all’ospedale Niguarda. Rispetto a quanto era apparso in un primo momento, le sue condizioni non appaiono gravi e le ferite sarebbero superficiali, scrive l'agenzia Adnkronos. 

L’aggressore, un cittadino straniero, ha raggiunto la donna mentre camminava per strada, dopo che aveva fatto la spesa e stava tornando verso casa. L’uomo ha spaccato la bottiglia e l’ha colpita. Secondo quanto riferito da alcuni testimoni, lo avrebbe fatto dopo aver tentato di scipparle la borsa. 

Dopo essere stato circondato e bloccato, l’uno è rimasto in silenzio con la testa appoggiata al muro. Gli agenti lo hanno portato in Questura, per l'identificazione.

Milano, arrestato l'aggressore: chi è

L’uomo, che è stato dichiarato in arresto con l’accusa di tentato omicidio, aveva passato la sera prima in Questura, dopo essere stato fermato domenica: le volanti erano intervenute al terminal dei bus di Lampugnano dove era stata segnalata una lite tra due stranieri e il bengalese, risultato con il permesso di soggiorno scaduto, era stato trattenuto per essere identificato. Questa mattina dall’Immigrazione è stato accertato che l’uomo aveva già un appuntamento a Napoli per terminare l’iter per il rinnovo del documento. e quindi formalmente era regolare in Italia. Prima di liberarlo, gli agenti avevano richiesto l’intervento del 118 perché il bengalese era apparso scontroso e aggressivo ed era stato quindi portato in codice verde al pronto soccorso dell’ospedale Fatebenefratelli. Una volta fuori dall’ospedale, l’aggressione: il luogo dove è avvenuta e il Fatebefratelli distano appena ottocento metri di distanza.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di martedì 15 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento