lunedì, 22 dicembre

Il (finto) esattore di Equitalia che girava in Ferrari: arrestato re delle truffe

A Chieti un 45enne è stato arrestato con l'accusa di truffa aggravata. Avvicinava debitori dell'Agenzia delle Entrate si presentava come un dipendente e si faceva consegnare somme di denaro dietro il rilascio di falsi verbali

Redazione 31 agosto 2012

"Hai problemi con Equitalia? Ci penso io". Un 45enne di Chieti, individuati i debitori, si presentava come dipendente di Equitalia spa e, perfettamente a conoscenza delle varie posizione debitorie dei truffati, si faceva consegnare con artifici e raggiri somme di denaro dietro il rilascio di quietanze/verbali ovvero altri documenti liberatori (atti di assenso a cancellazioni di ipoteche). Tutti ovviamente falsi.

Il truffatore, che fino al 2008 aveva dichiarato redditi al limite della povertà e dal 2009 non presentava più dichiarazione dei redditi, aveva una collezione di 5 Ferrari, una Maserati, una Aston Martin, una Bmw e due moto, tutte pagate con i soldi dei truffati.

La guardia di finanza di Pescara, concluse le indagini, ha sequestrato tutti i suoi beni, anche appartamenti e garage, intestati fittiziamente alla madre pensionata.

 

GUARDA IL VIDEO DELL'ARRESTO

Nonostante un'iniziale resistenza da parte delle vittime a collaborare per smascherare il 45enne, i militari sono riusciti a ricostruire la vicenda, scoprendo che le vittime non erano soltanto i cittadini, ma anche Equitalia stessa e, di riflesso, le casse dello Stato per i mancati introiti derivanti dall'utilizzo delle false certificazioni liberatorie. L'uomo ora deve rispondere di riciclaggio. (In collaborazione con Chieti Today)

truffe

Commenti