homemenulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsapptelegramcameravideo-camerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companies

Marò, Renzi chiede "aiuto" agli Usa per riportare in Italia Girone

La rivelazione arriva dal Corriere della Sera. Girone, ancora in India, e Latorre, in Italia, potrebbero essere liberati finché non verrà deciso dove si svolgerà il processo a loro carico

Novità nell’annosa questione del caso Marò. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, “ambienti politici romani indicano che Matteo Renzi avrebbe preso un’iniziativa per cercare di dare una svolta alla vicenda, se non definitiva almeno parziale in attesa del giudizio del collegio arbitrale da poco costituito che dovrà stabilire dove tenere il processo a Salvatore Girone e Massimiliano Latorre".

RENZI E OBAMA - Il quotidiano di via Solferino rivela che Renzi “avrebbe coinvolto - non si sa in quale misura - il presidente americano Obama”. L’inquilino della Casa Bianca sarebbe “preoccupato di come il caso stia avendo riflessi negativi sull’ingresso a pieno titolo dell’India nel novero delle potenze mondiali affidabili”.

IPOTESI - Girone, attualmente ancora in India in libertà provvisoria, e Latorre, in convalescenza in Italia, potrebbero essere liberati fino alla fine dell’arbitrato internazionale. I due Marò aspetterebbero quindi in Italia la decisione del collegio arbitrale su dove svolgere il processo per l’uccisione di due pescatori dello Stato del Kerala avvenuta il 15 febbraio 2012.

LE PREOCCUPAZIONE DEGLI USA - Secondo Il Corriere della Sera, pare che la Casa Bianca sia rimasta sorpresa e preoccupata dalla decisione italiana di bloccare l’ingresso dell’India nell’Mtcr, il gruppo tecnologico che si occupa di missili e del quale fanno parte 43 paesi, una sorta di “club rilevante tra i Paesi che lavorano per rafforzare la non proliferazione di armi potenzialmente nucleari e svolgono controlli all’esportazione di sistemi missilistici”. Conclude il Corriere: “la prossima riunione nella quale l’ingresso di Delhi sarà di nuovo discusso si terrà in primavera. Da qui, la finestra di opportunità per coinvolgere Washington e tentare un passo ulteriore nella lunghissima vicenda dei marò”. 

LA SMENTITA - Fonti di Palazzo Chigi smentiscono le ricostruzioni relative a richieste specifiche rivolte agli Stati Uniti sul caso dei marò. Al Tribunale arbitrale cui la controversia è stata affidata l'Italia ha chiesto che il fuciliere Salvatore Girone possa trascorrere in patria l'intero periodo del processo. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (4)

  • Giustamente i bimbi chiedono aiuti al Papà. L'ho sempre detto i bambini non possono stare al governo, troppo preoccupati dei giocattoli e delle caramelle a fine mese.

  • Renzi la sta prendendo troppo alla larga senza concludere niente. Primo, proibire a tutti gli italiani di andare per turismo in India. Secondo, proibire a tutti gli indiani di venire in Italia. Terzo, Rispedire in India tutti gli indiani che sono in Italia , sequestrandogli ogni avere. Sicuramente nel giro di 24 ore i marò sarebbero liberi.

    • Ora ha chiesto aiuto al papà.. vedremo.. Sono mesi che ho la stessa idea sulla tua teoria.. i marò erano in Italia dai tempi di Monti..

    • Un po' troppo eccessivo limitare la libertà altrui per una coppia di assassini.

Notizie di oggi

  • Mondo

    Francia, musulmani in Chiesa e cattolici in moschea per onorare padre Jacques

  • Mondo

    Rouen, la comunità musulmana rifiuta la sepoltura del killer di padre Jacques

  • Mondo

    Stati Uniti, sparatoria durante una festa tra liceali: è una strage

  • Politica

    Più lavoro ma non per tutti: 71 mila occupati in più in un mese

I più letti della settimana

  • Non supera l’esame di guida, viene pestata a sangue dal marito

  • Addio al piccolo Guglielmo, morto dopo una lunga battaglia contro il cancro

  • Paura a Roma, scontro fra tram e trenino a Porta Maggiore

  • L'incubo terrorismo in Italia, due arresti: sul telefonino immagini di combattenti Isis

  • Brescia, morto Pietro Wührer: il suo nome è un marchio noto in tutto il mondo

  • Attacco a chiesa in Francia, nuove minacce sui social: "Ora tocca a Roma"

Torna su
Today è in caricamento