Latte in polvere per neonati contaminato da salmonella: scandalo "mondiale"

Le nazioni coinvolte sarebbero almeno 83 e sono state già ritirate 12 milioni di confezioni del prodotto. Il Ceo di Lactalis, Emmanuel Besnier: "Collaboreremo con la giustizia". Il presidente francese Emmanuel Macron: "Chi deve essere punito sarà punito"

Scoppia il caso del latte in polvere di Lactalis, su cui già a dicembre la magistratura francese aveva aperto un'inchiesta preliminare sulla contaminazione da salmonella. Le nazioni coinvolte sarebbero 83 e sono state già ritirate 12 milioni di confezioni del prodotto.

Coinvolti 83 Paesi nel mondo

Nonostante la decisione presa a dicembre di ritirare tonnellate di latte in polvere, si è scoperto poi che il latte per poppanti "incriminato" è rimasto per settimane sugli scaffali di molti supermercati di note catene, nonostante l'allarme della autorità fosse noto. Almeno 35 bambini con salmonellosi sono stati diagnosticati in Francia dopo aver consumato latte o alimenti per l'infanzia della Lactalis. Altri due casi sono stati segnalati in Francia e Grecia. 

Rischio salmonella, ritirato il latte artificiale per bambini Lactalis

A confermare la notizia è stato il Ceo di Lactalis, Emmanuel Besnier: "Dobbiamo misurare la portata di questo operazione", ha spiegato, assicurando che quel tipo di latte in polvere non sarà più distribuito e che tutte le confezioni in circolazione sono in corso di ritiro dai punti vendita. I distributori "sanno che tutto deve essere rimosso dagli scaffali". E a proposito delle "centinaia" di denunce presentate dai genitori di neonati in tutta la Francia, Besnier ha assicurato che non avrebbe nascosto nulla. 

"Collaboreremo con la giustizia"

"Ci sono lamentele, ci sarà un'indagine, collaboreremo con la giustizia dando tutti gli elementi che saranno richiesti. Non abbiamo mai pensato di agire diversamente", ha detto.  Ha poi anche assicurato che aveva in mente prima di tutto le conseguenze di questa crisi sanitaria per i consumatori, "bambini sotto i sei mesi", ha detto: "Questo è per noi, per me, motivo di grande preoccupazione".

A seguito dell'incontro di due giorni fa tra Besnier e il ministro francese dell'Economia, Bruno Le Maire, il gruppo Lactalis ha ordinato il ritiro di tutte le partite di latte per l'infanzia prodotte nel suo stabilimento di Craon (Francia occidentale).

Macron: "Chi deve essere punito sarà punito"

Nell'ambito dello scandalo Lactalis, per il richiamo di latte per bambini potenzialmente contaminato, "chi deve essere punito sarà punito". Lo ha dichiarato senza mezze misure il presidente francese Emmanuel Macron. "Lo stato francese è in grado di garantire la sicurezza alimentare dei suoi cittadini.. Sarà tutto tracciato e se saranno necessarie delle contromisure saranno prese, perché la sicurezza alimentare è una priorità".

Intanto le associazioni dei consumatori francesi si preparano a una maxi-causa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Prende il reddito di cittadinanza, ma si "dimentica" di avere 78 auto intestate

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Aumenti in busta paga da luglio 2020: chi può sorridere per il bonus "pieno" di 100 euro

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • La giornalista Rosanna Sapori trovata morta nel lago d'Iseo

  • Roberta Girotto, mamma scomparsa: ritrovato il suo corpo nel fiume

Torna su
Today è in caricamento