“Il cioccolato fondente è un potente anti-carie”: parola dei dentisti italiani

In occasione di un Congresso di Odontoiatria, gli esperti hanno concluso che il cacao contiene antibatterici naturali che preservano la salute dei denti

A pochi giorni dalla Pasqua, gli esperti riuniti a Roma in occasione del XXI Congresso Nazionale del Collegio dei Docenti Universitari di Odontoiatria forniscono un buon motivo per mangiare le tradizionali uova di cioccolato, dato che il cacao, sebbene sia stato spesso accusato di danneggiare i denti, è in realtà, un potente anti-carie quando è fondente. 

Pare, infatti, che le sostanze antibatteriche contenute nel goloso cibo riescano ad avere la meglio anche sullo zucchero presente nei dolciumi al cioccolato, poiché “il cacao amaro contiene antibatterici naturali che impediscono allo Streptococcus mutans di produrre il glucano, una sostanza appiccicosa che aiuta i germi ad attaccarsi ai denti formando la placca e creando le condizioni perché gli zuccheri vengano trasformati in acidi corrodendo lo smalto" spiega Antonella Polimeni, Presidente del Collegio Nazionale dei Docenti Universitari di Odontoiatria e Ordinario di Odontoiatria Pediatrica alla Sapienza di Roma. "Consumando cioccolato fondente all'80% si può, quindi, ridurre il rischio di carie, soprattutto se si ha l'accortezza di non mangiarlo assieme a dessert troppo ricchi di zuccheri e carboidrati come la colomba pasquale, che ne vanificherebbero gli effetti positivi".

Tra i cibi salva-sorriso che prevengono le carie e la perdita dello smalto, a sorpresa c’è anche il caffè, il vino e i formaggi, mentre il consumo di bevande gassate, che contengono molti zuccheri e acidificano il cavo orale, andrebbe il più possibile limitato, come anche i succhi di frutta, la birra, il vino bianco o perfino le mele, alimenti tendenzialmente acidificanti ma che tuttavia non devono per forza essere banditi del tutto, perché conta non solo ciò che si mangia ma anche come lo si consuma: "L'acidità di questi alimenti può essere efficacemente tamponata accompagnandoli con un po' di formaggio, ricco di calcio e grassi che proteggono lo smalto" chiarisce l’esperta. 

Alcuni cibi, inoltre, vengono definiti ‘spazzolino’ proprio perché proteggono più di altri la bocca, come i mirtilli che impediscono la formazione della placca riducendola del 70%, lo yogurt (un vasetto quattro volte a settimana riduce del 22% il rischio di carie), i funghi, la cicoria e le verdure crude, che aiutano ad eliminare residui di cibo.

Inoltre, i dentisti  promuovono come "cibo funzionale" anche il chewing-gum allo xilitolo, perché le ricerche hanno mostrato come questo particolare tipo di zucchero sia davvero in grado di ridurre la proliferazione dei batteri.

Potrebbe interessarti

  • Sintomi, rimedi ed esercizi contro il dolore alla cervicale

  • Quando lo zenzero fa male

  • Formiche, i metodi naturali per allontanarle da casa

  • Tonno, come riconoscere quello di qualità (e quanto mangiarne)

I più letti della settimana

  • Saldi estivi 2019, tutte le date regione per regione: il calendario completo

  • Tina Cipollari pazza d'amore, regalo super lusso per i 50 anni di Vincenzo Ferrara (FOTO)

  • Estrazioni oggi Lotto e SuperEnalotto: i numeri vincenti di giovedì 20 giugno 2019

  • Temptation Island 2019: puntate, anticipazioni e coppie

  • Autostrade, rivoluzione pedaggi al via: che cosa cambia con il nuovo sistema

  • Incidente tra auto e camion: morti tre amici, tutti giovanissimi

Torna su
Today è in caricamento