Francesca Pascale si sbottona con Vespa: "Così è iniziata con Berlusconi"

In libreria dal 6 novembre "Italiani volta gabbana", l'ultimo libro del giornalista dedicato alla compagna del leader di Forza Italia. L'incontro, il corteggiamento, le feste e la quotidianità della coppia più chiacchierata d'Italia

Dopo "Questo Amore", Bruno Vespa torna a parlare di sentimenti e lo fa attraverso una delle storie più discusse degli ultimi anni, quella tra Silvio Berlusconi e Francesca Pascale. "Italiani volta gabbana" è l'ultimo libro del giornalista, in libreria dal 6 novembre, in cui la compagna del leader di Forza Italia si racconta senza peli sulla lingua.

L'amore ancora prima di conoscerlo, il primo incontro, le lunghe telefonate, fino al fidanzamento ufficiale e ai momenti di vita quotidiana. Alcuni stralci del libro sono stati anciticipati da "Oggi", aumentando la curiosità del pubblico.

"Ero ancora una ragazzina quando mi sono messa in testa di conoscerlo - spiega la Pascale - Ho iniziato ad amarlo in maniera ossessiva. Piano piano cominciai ad avvicinarmi a Forza Italia. Il 5 ottobre 2006 alle 13.50, arrivò la grande occasione. Con altre quattro pazze di 'Silvio ci manchi' eravamo a Roma quando ci dissero che lui aveva una riunione al Duke Hotel dei Parioli. Ci precipitammo lì e arrivò lui: era davvero affascinante. Lo guardai come una deficiente: 'Presidente', gli dissi 'lei è bellissimo'. Lui sorrise: 'Ti senti bene?'. Alla fine mi avvicinai di nuovo e con sfrontatezza gli chiesi: 'Da azzurra ad azzurro possiamo darci del tu?'. 'Sì, certamente', rispose lui. 'Questo è il mio numero', gli dissi allungandogli un pezzetto di carta: 'Aspetto una tua telefonata, così mi annoto il numero'. E lui: 'Vai di fretta...'".

Quella telefonata arrivò davvero, qualche giorno dopo. Una conversazione lunga due ore, alla quale seguirono tante altre chiacchierate, sempre al telefono, per mesi, finché Francesca Pascale non l'ha conquistato. "Gli dicevo - racconta ancora - 'Tra noi ci sono quasi cinquant'anni di differenza, è vero, potrei esserti figlia e perfino nipote. Lo so che hai tantissime aspiranti fidanzate. Ma io sono innamorata di te e, prima o poi, tu ti innamorerai di me'. Lui resisteva: 'Devi ragionare. Io ti stimo e ti voglio bene ma non posso darti un futuro'".

Col tempo l'ex premier ha cambiato idea. "Furono anni molto difficili - spiega Francesca Pascale nel libro - Partecipai anch'io a qualcuna delle famose 'cene eleganti', che in effetti tali erano. Ho conosciuto quasi tutte le donne che assediavano il presidente e sono stata gelosissima di tutte. Come lo sono ancora, anche di una commessa che vuole farsi una foto con lui [...] Finalmente, il 16 dicembre 2012, nella trasmissione di Barbara D'Urso, lui, rispondendo a una inaspettata domanda di Barbara, si lasciò andare e dichiarò pubblicamente: 'Francesca è la mia fidanzata, con lei mi sento bene'. Finalmente. Era ora. Da allora sono sempre al suo fianco, lo inseguo, lo assedio, lo controllo, non lo lascio mai".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Heather Parisi: "La seconda quarantena a Hong Kong? Ecco come stanno davvero le cose"

  • La testimonianza di Heather Parisi dalla Cina: "Oggi possiamo uscire, ma vietati tavoli al bar"

  • Coronavirus, l'appello disperato di Linda da Londra: "Ci lasciano morire soli a casa come animali"

  • Amedeo Minghi ricoverato: "Avervi accanto è importante" (VIDEO)

  • Coronavirus, anziani restano senza acqua: la figlia chiama il 112 dalla Germania

  • Coronavirus, Renga: "Nella mia Brescia una tragedia, i nonni non ci sono più"

Torna su
Today è in caricamento