Antonella Elia detta 'Bambola Assassina': la showgirl sbotta contro Valeria Marini

Tra le due in Casa è guerra aperta. L'ennesima lite dopo le provocazioni della gieffina 'stellare'

(Nel video lo sfogo di Antonella Elia)

La rivalità fra primedonne infiamma la Casa del Grande Fratello Vip. E' la storia più vecchia del mondo - Bagaglino docet - eppure a ravvivare un'edizione un po' scarica bastava questo: due showgirl figlie degli anni '90 sotto lo stesso tetto.

L'ingresso di Valeria Marini, che aveva già partecipato al reality quattro anni fa, non è andato giù ad Antonella Elia, che vede in questo modo minacciato il suo primato di 'personaggio' della Casa. E ha ragione, perché la soubrette 'stellare', almeno sotto questo punto di vista, ha talento da vendere e lo sfoggia appena può. 

Altro che antipatia, questa è una gara a chi provoca di più e un pareggio il pubblico se lo sogna. Valeriona, ancora fresca, gioca in attacco e costringe l'affaticata Antonella - reclusa da un mese e mezzo - quasi alla ritirata. "Bambola assassina", così la Marini definisce la bionda antagonista che sbotta e chiede aiuto ai suoi prodi Antonio Zequila e Aristide Malnati: "Difendetemi un attimo! E' qui da due giorni e mi chiama bambola assassini. Io la prendo a calci nel culo. Non posso vivere così, zittitela a quell'imbecille! Io non posso impazzire. Ma perché nessuno mi difende?".

La domanda è un'altra: "Ma perché non ci avevano pensato prima?". Valeria e Antonella eroine di questo Gf Vip.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la fidanzata di Dybala rompe il silenzio: "Tosse e dolori al corpo, sensazione perenne di disagio"

  • Belen contro Barbara d'Urso: l'affondo durante una diretta su Instagram

  • Domenica In, Roby Facchinetti annulla l'ospitata: "Bergamo è la mia città, sono devastato dal dolore"

  • Coronavirus, quale mascherina bisogna usare

  • Coronavirus, come sono cambiati i trasporti pubblici durante l'epidemia

  • Coronavirus, addio alla mamma di Piero Chiambretti

Torna su
Today è in caricamento