Lavoro: Ceresa (Randstad), 'employer branding è fondamentale'


Milano, 15 apr. (Labitalia) - “Le persone, proprio come le imprese, selezionano i potenziali datori di lavoro controllando la loro reputazione e verificando le possibilità di trovare un ambiente di lavoro in linea con le proprie aspettative. In un mercato sempre più competitivo, per superare l’emergenza della scarsità di competenze il ruolo dell’employer branding diventa fondamentale". Lo afferma Marco Ceresa, amministratore delegato di Randstad Italia, in occasione dell'assegnazione del Randstad Employer Brand 2019, nella sede milanese di Talent Garden.


"Molte aziende basano ancora la propria strategia su fattori che non destano l’interesse dei potenziali dipendenti, perdendo grandi opportunità. Comprendere e venire incontro alle loro aspettative, puntando con decisione sul miglioramento del work-life balance, sulla creazione di un'atmosfera di lavoro piacevole e su stipendi e benefit adeguati e di valore è il miglior biglietto da visita per attrarre e trattenere i migliori talenti", spiega.


"I vincitori del Randstad Employer Brand 2019 sono esempi di particolare successo di employer branding”, conclude.



Potrebbe interessarti

  • Medicina: è svolta 'dermatologia di precisione' al Mondiale di Milano

  • Pediatria: indagine, bimbi italiani dicono addio al passeggino tra 2-3 anni

  • A lavoro in bici, dipendenti Saipem a scuola di mobilità

  • Condizionatori, da Enea 10 consigli per ridurre i consumi (e i costi)

I più letti della settimana

  • Brambilla, 'a giugno scatta taglio pensioni, prelievo aumenta fino al 40%'

  • Salute: dormire con tv o pc accesi fa ingrassare, studio sulle donne

  • Medicina: è svolta 'dermatologia di precisione' al Mondiale di Milano

  • Pediatria: indagine, bimbi italiani dicono addio al passeggino tra 2-3 anni

  • Alimenti: succhi di frutta accorciano la vita? Il punto su Dottoremaeveroche

Torna su
Today è in caricamento