Il M5s rottama la regola dei due mandati (ma solo per i consiglieri comunali)

Il Movimento prova a ripartire "dal basso" e con nuove regole. L'annuncio di Di Maio: "Sì anche all'apertura alle liste civiche, ma è un processo da affrontare con cautela".

Luigi Di Maio

Via la regola dei due mandati per i consiglieri comunali e sì all'apparentamento con le liste civiche. Un processo da affrontare però "con cautela". Sono queste le due novità emerse in casa M5s dopo l'incontro di ieri tra il capo politico Di Maio e circa cento consiglieri comunali, municipali e di circoscrizione dei 5 Stelle (uno per ogni provincia). Il M5s dunque prova a ripartire da nuove regole. O meglio: rottamando quelloe vecchie. "Abbiamo discusso della regola dei due mandati per i consiglieri comunali, municipali e di circoscrizione e siamo tutti d'accordo sul fatto che si può superare", scrive Di Maio su facebook. "Solo per loro, non per i consiglieri regionali e non per i parlamentari nazionali ed europei".

E' però evidente che la regola dei due mandati sta sempre più stretta ai 5 Stelle. In quest'ottica il passaggio di ieri potrebbe essere solo un modo per preparare il terreno alla rottamazione definitiva di uno dei principi cardine dei pentastellati. Nell'ottica del M5s la politica doveva (deve?) essere intesa come un servizio che il "cittadino" avrebbe prestato alla comunità, un servizio a "a tempo" per non restare attaccati alla poltrona come i "politici di professione". L'annuncio di Di Maio ora apre al "superamento" di questo principio, anche se per ora la regola dei due mandati resta valida sia per i parlamentari che per i consiglieri regionali. 

L'altra grande novità è quella dell'apertura alle liste civiche, "ci siamo detti che è un processo da affrontare con cautela - ha affermato Di Maio -, potremmo iniziare delle sperimentazioni se gli iscritti lo vorranno. Abbiamo affrontato la proposta di un'organizzazione nazionale, ma anche di una territoriale che sentono ormai necessaria".

E poi, prosegue il capo politico del M5s, "ci siamo soffermati anche sulle difficoltà che incontrano tutti i giorni i nostri consiglieri comunali, municipali e di circoscrizione, specialmente quelli all'opposizione, che si devono occupare di tanti temi: dal bilancio, fino all'ambiente e alla mobilità. E per questo è necessario fare più rete, potenziare gli strumenti che già abbiamo e adottarne di nuovi. Dobbiamo potenziare, ad esempio, la tutela legale per difendere i nostri consiglieri dalle querele temerarie e allo stesso tempo per supportarli nei ricorsi che muovono ogni giorno". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bonus ristrutturazione al 110%, dalle seconde case agli infissi: cosa prevede il decreto

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 26 maggio 2020

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 23 maggio 2020

  • Pensioni di giugno, il pagamento arriva in anticipo (ma non per tutti)

  • Ritrovano il figlio rapito 32 anni fa: la gioia incontenibile dei genitori

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 21 maggio 2020

Torna su
Today è in caricamento