Freddo polare, il sindaco ordina l'arresto dei senzatetto: "E' per il loro bene"

A Bruxelles le temperature sono da giorni sotto gli 0 gradi e rischiano di arrivare nelle prossime ore a -10

Immagine d'archivio

Da EuropaToday - Decisione singolare ma forse doverosa quella presa dal sindaco di Etterbeek, comune della Regione capitale di Bruxelles, in Belgio. Come racconta EuropaToday, il primo cittadino ha deciso di arrestare "per il loro bene" i senza tetto che rifiutano di farsi ospitare nei centri di accoglienza, i così detti "hébergement d’hiver". Nei prossimi giorni a Bruxelles le temperature dovrebbero scendere fino a meno dieci: per il clochard che dormono in strada il rischio di finire in ipotermia è altissimo.

Il decreto, come riferisce Dario Prestigiacomo, impone il fermo amministrativo per tutti quei clochard che vorrebbero continuare a vivere per strada nonostante le temperature rigide. 

"Il sindaco ha l'obbligo legale di garantire la sicurezza e offrire aiuto alle persone in stato di necessità", ha spiegato il sindaco Vincent De Wolf. Del resto, a Bruxelles le temperature sono da giorni sotto gli 0 gradi e rischiano di arrivare nelle prossime ore a -10. 

"I senza tetto che restano all'addiaccio in queste condizioni rischiano l'ipotermia e di morire di freddo", ha aggiunto il sindaco. “L'eventuale arresto consente, in caso di assoluta necessità, di proteggere i senza tetto che mettono a rischio la propria vita rifiutandosi di venire accolti”.

Fonte: EuropaToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento