Una lotteria per combattere l'evasione: premi per chi conserva lo scontrino

Il governo ritira fuori dal cassetto un'idea della passata legislazione mai diventata operativa. L'obiettivo è "educare" cittadini e negozianti a chiedere il rilascio dello scontrino fiscale dopo ogni acquisto

ANSA/ STRINGER

Tra le ipotesi al vaglio del governo in vista della Manovra di bilancio c'è anche quella di una lotteria degli scontrini, già pensata nella passata legislatura senza però diventare operativa

Alla base di tutto, oggi come all'ora, c'è la volontà di combattere l'evasione fiscale, incentivando i cittadini a chiedere il rilascio dello scontrino fiscale dopo ogni acquisto. Per convincere anche i negozianti è previsto anche da una parte della vincita vada proprio all'esercizio dove è stato emesso lo scontrino fortunato.

Secondo Il Messaggero, nelle intenzioni del governo questa lotteria scatterebbe dal 1 gennaio 2020, legata all'avvio da luglio 2019 degli scontrini e dei corrispettivi mentre da gennaio è confermato l'obbligo della fattura elettronica tra i privati. Ma come funzionerebbe nel dettaglio? I clienti non avrebbero in mano un semplice scontrino bensì uno scontrino digitale con un codice, grazie al quale sarà possibile partecipare all'estrazione mensile della lotterie sperando di vincere i premi in palio. 

Lotteria degli scontrini, funziona o no?

A fare una lotteria degli scontrini ci hanno già provato in diversi paesi. Gli esiti sono stati diversi: se in Portogallo l'inizitiva ha fatto registrare un vero e proprio boom delle fatture segnalate al Fisco con tanto di auto di lusso in palio, in Slovacchia invece è stato un flop. 

Lotteria degli scontrini anti evasione fiscale: come è andata negli altri Paesi

Fonte: Il Messaggero →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento