Piano d'emergenza Vesuvio: ecco i gemellaggi per le evacuazioni

L'intervento prevede che ogni Comune vesuviano abbia una regione di riferimento in cui spostare i propri cittadini. Alcuni esempi: Nola-Valle d'Aosta, Pompei-Sardegna, Ercolano-Emilia Romagna

In caso di eruzione del Vesuvio, il piano di emergenza sottoscritto venerdì 14 febbraio 2014 dalla presidenza del consiglio prevede che ciascuna Regione (o Provincia Autonoma) italiana si prenda in carico gli abitanti di un particolare comune vesuviano. Ecco la lista dei gemellaggi:

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


Boscoreale - Calabria
Boscotrecase - Basilicata
Cercola - Liguria
Ercolano - Emilia Romagna
Massa di Somma - Molise
Napoli (Barra, Ponticelli, S. Giovanni) - Lazio
Nola - Valle d'Aosta
Ottaviano - Lazio
Palma Campania - Friuli Venezia Giulia
Pollena Trocchia - Province Trento e Bolzano
Pomigliano - Veneto
Poggiomarino - Marche
Pompei - Sardegna
Portici - Piemonte
San Gennaro Vesuviano - Umbria
San Giorgio a Cremano - Toscana
San Giuseppe Vesuviano - Veneto
San Sebastiano al Vesuvio - Puglia
Sant'Anastasia - Veneto
Scafati - Sicilia
Somma Vesuviana - Lombardia
Terzigno - Abruzzo
Torre Annunziata - Puglia
Torre del Greco - Lombardia
Trecase - Sicilia

Fonte: NapoliToday →

In Evidenza

Più letti della settimana

Potrebbe interessarti

Torna su
Today è in caricamento