Cori razzisti, la Figc cambia le regole: squadre fuori dal campo al secondo episodio

Il consiglio federale della Figc ha stabilito delle modifiche nella procedura per la sospensione temporanea delle partite in caso di cori razzisti. Gravina: “Premi per chi sovrasta i 'buu'”

Koulibaly durante Inter-Napoli

Al secondo episodio di razzismo via le squadre dal campo di gioco. Il consiglio federale della Figc ha stabilito una modifica alla procedura per la sospensione temporanea delle partite in caso di cori razzisti. Il cambio prevede una riduzione da tre a due 'passaggi', ossia squadre ferme al centro del campo dopo il primo episodio e giocatori direttamente negli spogliatoi dopo il secondo. Una decisione giunta dopo settimane di polemica, esplosa poco prima di Natale per quanto avvenuto a San Siro durante Inter-Napoli, nei confronti del calciatore partenopeo Koulibaly.  Resta immutata la competenza del responsabile dell’ordine pubblico a non dare inizio, a sospendere, anche definitivamente, la gara. Parimenti, con la modifica dell’art. 13 del Codice di Giustizia Sportiva, sono state reintrodotte le esimenti e le attenuanti per i casi di razzismo e discriminazione con l’obiettivo di riconoscere alle società e ai tifosi per bene di dare segnali molto importanti.

Gravina: “Premi per il tifo positivo”

Nelle modifiche regolamentari sui casi di cori razzisti e discriminatori "abbiamo voluto inserire anche le esimenti e le attenuanti, perché va premiato il tifo positivo che deve sovrastare i 'buu' e i cori discriminatori di quei tifosi che vogliamo fuori dal nostro sistema". Lo ha detto il presidente della Figc, Gabriele Gravina, al termine del consiglio federale che ha ridotto a due i passaggi (squadre a centrocampo e poi sospensione con squadre negli spogliatoi) di annuncio al pubblico durante le partite. "Dobbiamo far sì che ci sia una certificazione di qualità dei tifosi - ha aggiunto il capo del calcio italiano - Purtroppo sospendere una partita è qualcosa che punisce eccessivamente. Per questo quando si va al centro del campo si vedrà chi sono i tifosi buoni e quelli non buoni. Dobbiamo stare attenti a non demonizzare anche lo sfottò, non togliamo il fascino dello scambio di tipo scherzoso e simpatico al nostro calcio, ma quando si va sul pesante si deve capire che si offende la dignità di un popolo e quindi va tenuto in considerazione".

Salvini: “Facciamo ridere”

Immediato è arrivato anche il commento del vicepremier Matteo Salvini, che uscendo dall'Aula della Camera, dopo il Question Time, commentando la scelta della Figc di arrivare all'interruzione temporanea delle gare dopo il secondo episodio di cori razzisti: “Facciamo la scala Richter dei buu, non facciamo ridere”.

Serie B 2019/2020 sarà a 20 squadre

La Figc ha inoltre stabilito che il prossimo anno la serie B sarà a 20 squadre. Il Consiglio federale ha deliberato la modifica del format della serie B che dalla stagione 2019/2020 sarà composta da 20 club. Tale modifica è stata accompagnata da una norma transitoria che prevede per la stagione 2018/2019 una promozione in più per le società di Lega Pro al fine di integrare il numero delle società di serie B, attualmente a 19. Per la corrente stagione pertanto, le promozioni dalla Lega Pro alla Serie B saranno 5, mentre le retrocessioni dalla Lega Pro alla Serie D diminuiranno a 7.

 "Il mandato che le società di Lega Pro avevano affidato nell'assemblea dello scorso 17 dicembre al Presidente Ghirelli, al fine di vedersi parzialmente risarciti del grave danno patito lo scorso agosto, è stato portato a termine con successo", fa sapere la Lega Pro. Nel corso della riunione sono state altresì deliberate una serie di norme che permettono una fondamentale abbreviazione dei termini per assumere il provvedimento di esclusione dal Campionato di Serie C per quelle società che non hanno provveduto alla sostituzione delle fideiussioni Finworld e che non provvederanno entro il nuovo abbreviato termine al versamento della sanzione di 350.000 euro che gli organi di giustizia commineranno. Nel contempo è stata altresì data delega al Presidente Gravina per l'avvio al procedimento di revoca dell'affiliazione ex art. 16 comma 4 per le società Matera e Pro Piacenza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Politica

    Reddito di cittadinanza, così non va: tutti i nuovi guai del "decretone"

  • Economia

    Manovra bis, la chiederà l'Europa? L'avvertimento di Moscovici

  • Elezioni

    Elezioni Sardegna, una partita a tre ma il test è nazionale

  • Cronaca

    Legittima difesa, le ragioni del no alla riforma: "Più armi significa meno sicurezza"

I più letti della settimana

  • Oroscopo Paolo Fox, la classifica della settimana dal 18 al 24 febbraio 2019

  • Isola dei Famosi 2019: cast, concorrenti, puntate e tutte le anticipazioni

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi martedì 19 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di oggi sabato 16 febbraio 2019

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto: i numeri vincenti di giovedì 21 febbraio 2019

  • Meteo, arriva il ribaltone di fine inverno: cosa dicono le ultime previsioni

Torna su
Today è in caricamento