Da Mexes a Matri: ecco la Flop 11 della Serie A 2014

Presenti anche F. Andersen, Krsticic e gli attaccanti Rolando Bianchi e Acquafresca

Una stagione da cancellare dalla memoria. È quella che hanno vissuto molti protagonisti della serie A, in particolare tanti elementi del Milan al di sotto dei loro standard. Da Mexes ad Abate, da Honda a Robinho fino alla meteora Essien sono tanti i rossoneri che hanno fallito con Allegri e Seedorf. La squadra dei delusi si può schierare col 4-2-3-1 e comprende: Marchetti, Maggio, Mexes, Diakite, Abate, Essien,Kuzmanovic, Honda, Robinho, Belfodil, Matri. 

- Marchetti: tre flop in Supercoppa, col Ludogerets e col Parma, tante prestazioni normali, il ruolo affidato al secondo Berisha poi un lungo infortunio. Per l'ex azzurro un anno bisestile. 

- Maggio: figuracce con Inter e Parma, tante insufficienze, titolare a singhiozzo, non all'altezza della sua carriera. 

- Mexes: molto male con la Juve, tante imprecisioni, a lungo in panchina con l'acquisto di Rami, la stagione decreta il progressivo declino del francese. 

- Diakite: un disastro col Sassuolo, poche gare accettabili con la Fiorentina e tanta panchina. Anno da dimenticare. 

- Abate: un buon inizio, un inesorabile declino che ha perso il posto con l'avvento di De Sciglio. Picco negativo con Lazio e Atletico ma Prandelli non lo ha abbandonato. 

- Essien: naufragio con l'Atletico, tanta panchina. Il ghanese, ombra del campione visto per anni al Chelsea, arrivato a gennaio, non si è mai ambientato nel Milan ed è destinato a partire.

- Kuzmanovic: rare maglie da titolari e quasi tutte prove negative, poi tanta panchina. Non decolla l'esperienza nearazzurra del serbo ex viola. 

- Honda: tante speranze inutilmente riposte nel giapponese. Qualche spunto, poca sostanza, un solo gol, oscurato da Taarabt, evaporato nel finale con brutte figure con Roma e Atalanta. 

- Robinho: crepuscolo amaro del campione brasiliano, travolto dal flop rossonero non si è mai distinto (con punta negativa col Torino). Con Seedorf è andato quasi sempre in panchina. 

- Belfodil: zero gol per il franco-algerino approdato dal Parma all'Inter per 6 milioni (e il prestito di Cassano) e poi girato al Livorno.

- Matri: con Juve, Milan e Fiorentina una stagione da cancellare. A gennaio in viola doveva sopperire agli infortuni di Gomez e Rossi, si è mangiato montagne di gol con rare sufficienze, peggiore in campo con Milan, Lazio e Sassuolo Nella panchina dei delusi trovano spazio i portieri Curci e Brkic (soppiantato all'Udinese da Scuffet), difensori Zaccaro, Rinaudo e Soerensen, i centrocampisti Mudingayi, F. Andersen, Krsticic, gli attaccanti Rolando Bianchi, Acquafresca, Milito e Osvaldo. Molti di loro cambieranno casacca per cercare il riscatto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni, c'è una buona notizia sull'età di vecchiaia

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di sabato 9 novembre 2019

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 12 novembre 2019

  • Nuovo maxi concorso: oltre 300 posti a tempo indeterminato, si cercano laureati e diplomati

  • Tasse sulla casa, arriva la nuova Imu (e scompare la Tasi): cosa cambia

  • Natalia Titova: "La malattia è peggiorata, costretta a lasciare 'Ballando con le stelle'"

Torna su
Today è in caricamento