Sky, Netflix e le altre: rivoluzione streaming, cosa cambia nell'Ue

Da aprile una grande novità: i contenuti streaming previsti nei propri abbonamenti saranno fruibili anche dall'estero

Foto di repertorio

Grandi novità a partire dal mese di aprile 2018 per gli abbonati di Sky, Netflix, Mediaset Premium, Infinity, Amazon Prime o Timvision.  Con il nuovo regolamento dell'Unione Europea sullo streaming, adesso sarà possibile utilizzare i propri abbonamenti anche all'estero. Infatti, secondo il Regolamento 2017/1128 del Parlamento e del Consiglio europeo, i cittadini dell'Ue hanno il diritto di fruire dei servizi di contenuti online a cui sono abbonati e senza costi aggiuntivi anche in uno Stato diverso da quello in cui si risiede.Ecco cosa c'è scritto nel regolamento Ue:

“I consumatori possano fruire di servizi di contenuti online portabili che offrono accesso a contenuti quali musica, giochi, film, programmi di intrattenimento o eventi sportivi, non soltanto nel loro Stato membro di residenza ma anche quando sono temporaneamente presenti in un altro Stato membro per motivi di svago, viaggio, lavoro o studio”.

Ovviamente, per fruire dei contenuti streaming previsti nel proprio abbonamento è necessaria una connessione internet e la presenza all'estero dell'abbonato, che potrà essere controllata dall'operatore attraverso l'indirizzo Ip o i documenti sulla fatturazione.

Come detto ad inizio articolo, la nuova normativa riguarda tutti i servizi di streaming legale offerti dalle diverse compagnie, come  Sky, Netflix, Mediaset Premium, Infinity, Amazon Prime (per i servizi Prime Video e Amazon Music) o Timvision. Non cambia nulla invece per i servizi Apple, la cui portabilità era già disponibile prima del nuovo regolamento Ue.

Cosa cambia per Netflix, Amazon e Sky

Ecco come funziona per gli abbonamenti italiani

  • Netflix: renderà disponibili all'estero i contenuti della library italiana per 60 giorni in un anno
  • Amazon: aderirà in pieno offrendo la disponibilità illimitata di tutti i contenuti di Amazon Prime
  • Sky: gli abbonati potranno guardare i programmi che già vedevano on line in Italia anche in viaggio nei Paesi Europei. Per farlo sarà necessario essere titolari di un abbonamento residenziale, essere stabilmente residenti in Italia e utilizzare un metodo di pagamento associato a una banca italiana. I programmi potranno essere fruiti attraverso le app Sky Go e Sky Go Plus, Sky Go per i clienti Sky Q, Sky Kids, Sky Sport. Dopo 30 giorni consecutivi di accesso dall’estero, verrà inviata al cliente un’email per accertare che l'abbonato continui a essere residente in Italia. Per continuare ad usufruire del servizio basterà effettuare il log-in attraverso un dispositivo con il proprio ID dall'Italia. 

La notizia su EuropaToday

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gianni Morandi racconta il dolore per la perdita della figlia

  • Temptation Island Vip 2019: puntate, coppie e tutte le anticipazioni

  • Salvini-Renzi, "polveri bagnate" e poche sorprese nel confronto tv: chi ha vinto

  • Sciopero dei benzinai: per due giorni "senza" stazioni di servizio

  • Ora solare 2019: conto alla rovescia per il cambio dell'ora (e presto ci saranno novità)

  • Estrazioni Lotto, SuperEnalotto e 10eLotto di giovedì 10 ottobre 2019: i numeri vincenti

Torna su
Today è in caricamento