Caccia aperta agli evasori totali: scoperto "un esercito" di sconosciuti al Fisco

Nel contrasto all'economia sommersa sono stati individuati 13.285 soggetti sconosciuti al Fisco in meno di un anno e mezzo. Un milione e mezzo i controlli effettuati in Italia dalla Guardia di Finanza, in svariati ambiti: tante le note dolenti. Tutti i dettagli

Militari della Guardia di Finanza durante il lavoro di indagine su frodi e reati fiscali a Pisa. SILVI/ANSA

Numeri "monstre", che se da un lato dimostrano l'efficacia e la profondità del lavoro delle nostre Fiamme Gialle, dall'altro evidenziano quanto sia pervasivo il fenomeno dell'evasione fiscale, in tutte le sue forme. Sono poco più di un milione e mezzo (1.519.033) gli interventi ispettivi conclusi dai Reparti della Guardia di Finanza tra il gennaio del 2018 e il maggio del 2019; 97.247 sono, invece, le indagini delegate al Corpo, nello stesso periodo, dalla magistratura ordinaria e contabile. I dati vengono comunicati oggi in occasione del 245esimo Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza, e danno il senso, affermano le Fiamme gialle "dell'intensificazione delle attività della GdF contro i più gravi fenomeni di illegalità economico-finanziaria".

Un esercito di 13mila evasori totali

Per quanto riguarda l'evasione fiscale internazionale, le frodi carosello, le indebite compensazioni e i traffici illeciti di prodotti petroliferi, questi si confermano al centro dell'attenzione operativa della Guardia di Finanza. Settori in cui, nel 2018 e nei primi 5 mesi del 2019, ha eseguito, nell'ambito di piani d'intervento coordinati con l'Agenzia delle Entrate, 128.497 interventi ispettivi. Sono stati riscontrati 15.976 reati fiscali (principalmente, emissione e utilizzo di fatture false, dichiarazioni fraudolente e occultamento delle scritture contabili) e denunciati 18.148 soggetti. Ammontano a 16.807, invece, le indagini delegate dalla magistratura e ad oltre 9,3 miliardi di euro le proposte di sequestro avanzate. Le misure patrimoniali eseguite sono pari a 1,5 miliardi di euro, mentre sono 525 le persone arrestate. Vengono poi definiti "importanti" poi i risultati conseguiti dal Corpo anche nel settore del contrasto alle frodi all'Iva (meglio note come frodi "carosello"), in quello dei carburanti e delle indebite compensazioni di debiti tributari e previdenziali con crediti Iva fittizi, che hanno visto, in diversi casi, anche il coinvolgimento di professionisti. Sono 3.003, infatti, i casi scoperti di società "cartiere" o "fantasma" utilizzate per frodi carosello o indebite compensazioni.

Nel contrasto all'economia sommersa sono stati individuati 13.285 soggetti sconosciuti al Fisco (evasori totali), che hanno evaso complessivamente 3,4 miliardi di Iva. Inoltre, sono stati verbalizzati 8.032 datori di lavoro per aver impiegato 42.048 lavoratori in "nero" o irregolari. Ammontano complessivamente, infine, a 5.247 gli interventi nel settore delle accise, che hanno portato al sequestro di oltre 6.200 tonnellate di carburante oggetto di frode, cui si aggiunge un consumato in frode di oltre 301.346 tonnellate.

500mila controlli anti criminalità economico-finanziaria

Per quel che riguarda il contrasto alla criminalità economico-finanziaria, sono state 517.003 le attività ispettive condotte dalla Guardia di finanza nell'ultimo anno e mezzo "allo scopo di individuare le diverse forme di infiltrazione e gli interessi finanziari, economici e imprenditoriali della criminalità". I dati sono stati diffusi oggi in occasione del 245.mo Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza. Inoltre i risultati conseguiti in applicazione della normativa antimafia, sono stati sottoposti ad accertamenti patrimoniali quasi 15.000 persone mentre ammonta a oltre 5,9 miliardi di euro il valore dei beni mobili, immobili, aziende, quote societarie e disponibilità finanziarie proposti all'Autorità Giudiziaria per il sequestro, mentre i provvedimenti di sequestro e confisca operati hanno raggiunto, rispettivamente, la quota di 2,4 e 1,8 miliardi di euro circa.

In tutto sono stati eseguiti dai militari delle Fiamme Gialle quasi 79.700 accertamenti a seguito di richieste pervenute dai Prefetti della Repubblica, la maggior parte dei quali (quasi 79.500) riferiti alle verifiche funzionali al rilascio della documentazione antimafia. Denunciate 3.364 persone per i reati di riciclaggio e autoriciclaggio, 408 delle quali sono state arrestate. Il valore del riciclaggio accertato, secondo i dati della GdF, si è attestato intorno ai 2,4 miliardi di euro, mentre sono stati effettuati sequestri su ordine della magistratura per circa 661 milioni di euro. Sul fronte della prevenzione, invece, il Nucleo Speciale Polizia Valutaria ha proceduto all'analisi di 124.322 segnalazioni di operazioni sospette, di cui 35.173 sottoposte a più approfondite indagini, 454 delle quali attinenti specificamente al fenomeno del finanziamento del terrorismo.

Appalti, corruzione e illeciti: danni per miliardi ai danni dello Stato

Le frodi scoperte dalla Guardia di Finanza nel solo ultimo anno e mezzo in danno del bilancio nazionale e comunitario sono state pari a oltre 1,7 miliardi di euro, mentre si attestano intorno ai 157 milioni quelle nel comparto della spesa previdenziale, assistenziale e sanitaria, con un numero di persone denunciate complessivamente pari a 13.570. E' quanto emerso di dati diffusi oggi dalla GdF per il 245.mo Anniversario della fondazione della Guardia di Finanza.

Nel periodo gennaio 2018-maggio 2019, vi sono stati ben 34.625 interventi svolti a tutela dei principali flussi di spesa pubblica, dagli appalti agli incentivi alle imprese, dalla spesa sanitaria alle erogazioni a carico del sistema previdenziale, dai fondi europei alla responsabilità per danno erariale. A questi si aggiungono 8.636 deleghe d'indagine concluse in collaborazione con la Magistratura ordinaria e 1.880 deleghe svolte con la Corte dei Conti.

Sul versante dei danni erariali sono state segnalate condotte illecite alla Magistratura contabile per circa 6 miliardi di euro, a carico di 8.047 soggetti, mentre sono stati eseguiti sequestri per oltre 107 milioni di euro. I controlli svolti in materia di prestazioni sociali agevolate e di indebita esenzione dal pagamento dei ticket sanitari hanno fatto emergere tassi di irregolarità pari, rispettivamente, al 34,1% e al 88,9%. Altra nota dolente è il settore degli appalti, il valore delle procedure contrattuali risultate irregolari è stato pari a circa 1,8 miliardi di euro; contestualmente, l'ammontare complessivo delle gare sottoposte a controllo si è attestato a circa 5 miliardi di euro. Le persone denunciate per reati in materia di appalti, corruzione e altri reati contro la Pubblica amministrazione sono state 1.512, di cui 103 tratte in arresto.

Che cosa fa la Guardia di Finanza: tutte le attività

Evasione fiscale, controlli (molto) più efficaci: che cosa sta per cambiare

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Buoni fruttiferi postali, il "brutto pasticcio" sui rimborsi

  • Bollette luce e gas, buona notizia per metà degli italiani

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di giovedì 13 febbraio 2020: centrato un 5+1 da mezzo milione

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Estrazioni Lotto oggi e numeri SuperEnalotto di martedì 18 febbraio 2020

  • C'è posta per te, Maria De Filippi perde la pazienza: "Non ce la posso fa"

Torna su
Today è in caricamento