Evasione fiscale, controlli (molto) più efficaci: che cosa sta per cambiare

I reparti operativi della Finanza nei prossimi mesi potrebbero accedere direttamente a tutte le informazioni presenti in quella specifica partizione dell'archivio dei rapporti finanziari nella quale sono contenuti i saldi e i dati aggregati: la novità non è di poco conto

La novità è contenuta nella manovra. O meglio, nel "collegato fiscale alla legge di bilancio 2019". Per le indagini finanziare le Fiamme Gialle potranno accedere anche alle informazioni di natura privilegiata contenute nell'archivio dei rapporti finanziari dell'anagrafe tributaria. E' ItaliaOggi a raccontare oggi nel dettaglio che cosa cambia e quali sono le conseguenze anche a breve termine, per l'anno in corso.

In pratica i reparti operativi della Finanza da quest'anno accedono direttamente, senza necessità di intermediazioni farraginose, a tutte le informazioni presenti in quella specifica partizione dell'archivio dei rapporti finanziari nella quale sono contenuti i saldi dei rapporti finanziari e i dati aggregati delle movimentazioni di ciascun rapporto, distinte tra dare e avere, e della giacenza media annua dei rapporti stessi, che potranno essere naturalmente utilizzate in via prioritaria per le attività di analisi di rischio fiscale ed in accertamento. La novità non è di poco conto, perché tali dati fino a ieri erano a disposizione solo di chi lavorava per l'Agenzia delle entrate.

Controlli fiscali, che cosa cambia (già) nel 2019

Ai profani può apparire un cambiamento marginale, ma così non è. D'ora in poi, quando la riforma sarà completata - servono tempi tecnici - nella lotta all'evasione fiscale (vera piaga del nostro Paese, non lo si sottolineerà mai abbastanza) e alle frodi fiscali la Guardia di Finanza potrà fare più numerosi e soprattutto più efficaci controlli nei confronti dei contribuenti per i quali si nota un'operatività bancaria non coerente con l'attività svolta e con i redditi dichiarati. L'accesso diretto delle Fiamme gialle all'archivio dei rapporti finanziari semplifica tutto il processo, e secondo ItaliaOggi  "il numero degli accertamenti basati su tali informazioni qualificate potrebbe lievitare già dall'anno in corso".

L'insostenibile peso delle tasse: così l'evasione fiscale "galoppa"

La lotta all'evasione fiscale serra le fila: sono previsti 80 mila controlli nel 2019 e a 90 mila nel 2020. Le competenze specifiche dei vari enti, da valorizzare, permetteranno di portare avanti controlli più efficaci per scovare e bloccare fenomeni di evasione fiscale. A inizio 2018 era stata firmata un'intesa tra la Guardia di finanza, l'Agenzia delle entrate, l'Ifel (Istituto per la finanza e l’economia locale) e l'Anci per instaurare una stretta collaborazione tra le parti per scoprire fenomeni di evasione sia di imposte locali che di tasse a livello regionale e nazionale.

Controlli "a tappeto" di Fisco e Finanza: chi rischia grosso

Potrebbe interessarti

  • Falsi amici: 7 alimenti che pensi facciano dimagrire ma che invece fanno ingrassare

  • Il silenzio è una cura, fa bene a corpo e mente: 5 buoni motivi per tacere

  • Come smettere di fumare: trucchi e consigli per dire addio alle sigarette

  • ‘Workaholism’, cos’è la dipendenza da lavoro e quali sono i sintomi per riconoscerla

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, estratto il "6" da 209 milioni di euro: i numeri vincenti di oggi 13 agosto 2019

  • Deva Cassel, figlia di Monica Bellucci, incanta i paparazzi in Grecia (FOTO)

  • Estrazioni Lotto e SuperEnalotto di oggi sabato 10 agosto 2019: ecco i numeri vincenti

  • Pensioni, 80 euro e reddito di cittadinanza: cosa succede se cade il governo

  • Addio Nadia Toffa, in centinaia alla camera ardente

  • Laura Chiatti 'presenta' il figlio su Instagram: "La somiglianza è impressionante" (FOTO)

Torna su
Today è in caricamento