Lorenzo Fioramonti, chi è il ministro dell'Istruzione del governo M5s-Pd

Romano, sposato e padre di due figli, Fioramonti è il nuovo titolare del dicastero di cui era viceministro nel primo governo Conte

Lorenzo Fioramonti (FOTO ANSA)

Il nuovo ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca del governo M5s-Pd è Lorenzo Fioramonti. Il pentastellato nato a Roma il 29 aprile 1977, che nel precedente esecutivo ricopriva il ruolo di viceministro al Miur, è laureato in Storia del pensiero politico ed economico moderno e vanta anche un dottorato di ricerca in Scienze Politiche.

Chi è Lorenzo Fioramonti, ministro dell'Istruzione del governo M5s-Pd

Sposato e padre di due figli, è professore ordinario di economia politica presso l'Università di Pretoria e anche direttore del Centro per lo studio dell'innovazione Governance (GovInn) dello stesso ateneo. Fioramonti figura anche tra i membri del Center for Social Investment dell'Università di Heidelberg, della Hertie School of Governance e dell'Università delle Nazioni Unite. Durante la sua carriera accademica ha scritto articoli di economia pubblicati sui più autorevoli quotidiani di tutto il mondo, dal New York Times al Guardian, passando per Die Presse, Harvard Business Review e Foreign Policy.

Tutt'ora cura una rubrica mensile nel Business Day, il principale quotidiano finanziario del Sudafrica, mentre fino a qualche tempo fa era anche co-direttore della rivista scientifica The Journal of Common Market Studies. Fioramonti è stato anche coautore e coeditore di diversi libri: tra questi figura il best seller Gross Domestic Problem: la politica dietro il numero più potente del mondo, uscito nel 2013, e Il modo in cui i numeri governano il mondo: l'uso e l'abuso delle statistiche nella politica globale, arrivato nelle librerie l'anno successivo. Nel 2017 ha pubblicato i volumi Economia del benessere: successo in un mondo senza crescita e Il mondo dopo il PIL: economia, politica e relazioni internazionali nell'era post-crescita.

Conte al Quirinale scioglie la riserva e presenta i ministri: ecco il nuovo governo

Passando dalla carriera accademica a quella politica, Fioramonti ha avuto un'esperienza da assistente parlamentare tra il 1997 e il 2000, collaborando con Antonio Di Pietro, anche se il vero salto è arrivato nel gennaio del 2018 quando viene candidato con il Movimento 5 Stelle per le elezioni politiche di marzo 2018, in cui viene eletto alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Roma-Torre Angela con il 36,65% dei voti. Il 12 giugno dello stesso anno entra a far parte del governo M5s-Lega come sottosegretario presso il Ministero dell’Istruzione. Il 13 settembre 2018 il Consiglio dei ministri, su proposta del ministro Marco Bussetti, lo ha nominato vice ministro all'istruzione, università e ricerca. Adesso, nel governo Conte bis, sarà il titolare del dicastero dedicato all'istruzione.

Ok dei presidi a Fioramonti

"Ho avuto modo di conoscere il nuovo ministro durante il suo sottosegretariato. Recentemente sono stato da lui invitato a parlare in un convegno relativo sui temi del cyberbullismo e privacy, ne ho apprezzato sia lo spirito organizzativo sia l'impostazione culturale data alle problematiche scolastiche". Lo ha affermato il leader dell'associazione Nazionale Presidi del Lazio Mario Rusconi commentando la nomina dell'attuale viceministro al Miur Lorenzo Fioramonti a ministro dell'Istruzione, Università e Ricerca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • A 12 anni va in ospedale per il mal di pancia: scoprono che è incinta di sette mesi

  • Oroscopo Paolo Fox, le previsioni della settimana dal 20 al 26 gennaio 2020

  • Enzo Iacchetti sul rapporto con Ezio Greggio: "Tra noi un tacito accordo di buona convivenza"

  • Grande Fratello Vip 2020: anticipazioni, cast e cosa c'è da sapere

  • Sanremo 2020, la furia di Claudia Gerini contro Amadeus: "Comportamento inaccettabile"

  • Vive con il cadavere del fratello, morto da tre mesi, ai piedi del letto

Torna su
Today è in caricamento